Tag: biografia

trude-marlen-la-signora-albach-retty-biografia-cinema-austriaco

TRUDE MARLEN – LA “SIGNORA ALBACH-RETTY”

Oggi, al di fuori dell’Austria, sono in pochi a ricordarsi di Trude Marlen, se non in qualità di seconda moglie dell’attore Wolf Albach-Retty, padre di Romy Schneider. Eppure grazie alla sua versatilità e alla capacità di rapportarsi a ruoli di ogni genere, l’attrice è stata per molto tempo considerata una delle più importanti interpreti degli anni Trenta e Quaranta.

luise-ullrich-dolce-viaggiatrice-cinema-austriaco

LUISE ULLRICH – DOLCE VIAGGIATRICE

Nel corso della sua lunga e prolifica carriera Luise Ullrich ha avuto modo di interpretare principalmente donne fragili, vulnerabili, madri amorevoli e mogli costantemente in attesa del ritorno dei propri mariti dalla guerra. Ma l’attrice, di fatto, si è sempre distinta innanzitutto per la sua versatilità e per la sua poliedricità. Coppa Volpi alla Mostra del Cinema di Venezia 1941 per Annelie di Josef von Báky.

ernst-marischka-musiche-canti-e-balli-cinema-austriaco

ERNST MARISCHKA – MUSICHE, CANTI E BALLI

Anche se tutti lo ricordiamo per aver diretto la trilogia dedicata alla vita dell’Imperatrice Elisabetta d’Austria, Ernst Marischka, ad oggi uno dei nomi più importanti della storia del cinema austriaco, vanta una carriera lunga diversi decenni, dove all’attività di regista si sono alternate anche quelle di sceneggiatore, librettista e produttore cinematografico.

maria-lassnig-corpi-volti-colori-cinema-austriaco

MARIA LASSNIG – CORPI, VOLTI, COLORI

Fu la pittrice e cineasta Maria Lassnig a coniare la teoria della “consapevolezza del corpo”. Nei suoi dipinti – così come nei suoi film – le figure umane rappresentate – molte delle quali autoritratti – ci appaiono sovente incomplete, in pose a volte innaturali, perfetto specchio della società del tempo, costantemente osservata e criticata. Ed è proprio il suo scagliarsi contro il materialismo, oltre a uno spiccato femminismo, a fare da filo conduttore in tutti i suoi lavori.