Produzione: Hochschule für angewandte Kunst Wien

navelfable-1984-nabelfabel-mara-mattuschka-recensione-review-kritik

NAVELFABLE

In NavelFable, Mara Mattuschka ha optato per una messa in scena tanto minimalista quanto estremamente sperimentale. Una semplice animazione in stop motion, insieme a primissimi piani, a dettagli di bocche che urlano coperte da calze di nylon e a disegni che ricalcano direttamente i vari strappi sulle suddette calze rendono appieno l’idea di ciò che la regista ha voluto comunicarci.