CHRISTOPH WALTZ/HANS LANDA – LA NASCITA DI UN MITO

Se lo spietato colonnello Hans Landa di Bastardi senza Gloria (Quentin Tarantino, 2009) è considerato, oggi, quasi alla stregua di un mito è merito soprattutto dell’attore austriaco Christoph Waltz. Un attore scelto con cura da Tarantino stesso, che con maestria e ironia è entrato nel cuore degli spettatori. Ma come ha capito Tarantino che Waltz era l’attore giusto per interpretare il suo Hans Landa?

the-washing-machine-2020-die-waschmaschine-hartl-recensione

THE WASHING MACHINE

L’appartamento in cui vivono i due protagonisti è la scenografia perfetta. Un ambiente piccolo, a volte angusto. L’ambiente ideale per ogni tipo di paranoia. Il silenzio nella casa, la notte, le luci soffuse fanno il resto. E il regista in The Washing Machine ha dimostrato soprattutto di saper gestire gli spazi e di saper trasmettere alla perfezione – grazie anche a un ottimo cast – le giuste emozioni. Vincitore dell’Österreichischer Filmpreis 2021 al Miglior Cortometraggio.

cafe-elektric-1927-ucicky-recensione

CAFÉ ELEKTRIC

Café Elektric fa parte dei cosiddetti Sittenfilme – film morali – in cui venivano raccontate le vicende di donne che dopo aver condotto una vita dissoluta capivano finalmente l’importanza dei veri valori. Realizzato nel 1927, il film è, oggi, purtroppo incompleto, in quanto l’ultima parte è andata definitivamente perduta.

osterreichischer-filmpreis-2021-tutti-i-vincitori-cinema-austriaco

ÖSTERREICHISCHER FILMPREIS 2021 – TUTTI I VINCITORI

Tra i film maggiormente premiati durante questa edizione degli Österreichischer Filmpreis 2021 v’è The Trouble with being born, diretto da Sandra Wollner nel 2020, che ha vinto i premi per il Miglior Film, la Miglior Regia, i Migliori Costumi e il Miglior Sonoro. Altrettante soddisfazioni sono arrivate per la regista Evi Romen: il suo film Why not you si è aggiudicato il premio per i Migliori Costumi, la Miglior Colonna Sonora e il Miglior Attore Protagonista (il giovane e talentuoso Thomas Prenn).

71-frammenti-di-una-cronologia-del-caso-71-fragmente-einer-chronologie-des-zufalls-1994-haneke-recensione

71 FRAMMENTI DI UNA CRONOLOGIA DEL CASO

Prende spunto da un fatto di cronaca realmente accaduto 71 Frammenti di una Cronologia del Caso. Nel film – suddiviso in cinque capitoli, ognuno dei quali riguardante un giorno in particolare – tutto si svolge dal 12 ottobre al 23 dicembre 1993. Tutto conduce a un unico evento in cui verranno coinvolti in un modo o nell’altro tutti i personaggi. Ma quanto conta l’essere umano in questo lungometraggio di Michael Haneke?