Genere: sperimentale

harbour-pearls-2008-hafenperlen-katrina-daschner-recensione-review-kritik

HARBOUR PEARLS

Coraggioso, dissacrante, divertente, Harbour Pearls è in tutto e per tutto “la performance che non ci aspettiamo”. Un cortometraggio visivamente raffinato e accattivante ci esorta a osservare il mondo da una diversa prospettiva.

l-arrivee-1998-the-arrival-peter-tscherkassky-recensione-review-kritik

L’ARRIVÉE

Lo schermo è totalmente bianco. Ai lati si vedono chiaramente i fori della pellicola. Ed ecco che, improvvisamente, In L’Arrivée ci troviamo proprio in stazione. Un treno, come era accaduto nel film dei Lumière, sta per arrivare. Cosa accadrà dopo?

syntagma-1984-valie-export-recensione-review-kritik

SYNTAGMA

In Syntagma di VALIE EXPORT, il grande protagonista è proprio il corpo della donna e il suo rapporto con la realtà che lo circonda. Il corpo che, di volta in volta, si adatta ai diversi contesti, alle diverse forme. Il corpo che soltanto grazie al cinema ha la possibilità di “liberarsi”, di trovare tante, nuove e inaspettate declinazioni, di scoprire un nuovo sé.

re-birding-2023-schwentner-recensione-review-kritik

RE-BIRDING

Con un approccio registico minimalista e sofisticato allo stesso tempo, questo interessante e prezioso re-BIRDING si fa immediatamente utopia. Immagine di un mondo ideale in cui finalmente si è riusciti a comprendere l’importanza di ciò che la natura ha da offrirci e di tutti gli esseri viventi che popolano il nostro mondo. Alla Diagonale 2024.