Categoria: Storia

carlo-i-daustria-la-parola-alle-immagini-cinema-austriaco

CARLO I D’AUSTRIA – LA PAROLA ALLE IMMAGINI

Dopo l’assassinio dell’Arciduca Francesco Ferdinando a Sarajevo, l’elezione al trono di Carlo I d’Austria rappresentava un avvenimento del tutto inaspettato per la popolazione austriaca. Che fare, dunque, per far sì che la gente iniziasse a fidarsi di lui e iniziasse a considerarlo una sorta di punto di riferimento in un momento tanto difficile? Ecco che, dunque, entrò in gioco il cinema.

il-cinema-etnografico-di-rudolf-poch-cinema-austriaco

IL CINEMA ETNOGRAFICO DI RUDOLF PÖCH

Durante la Prima Guerra Mondiale, grande importanza ha avuto la figura dell’antropologo e cineasta austriaco Rudolf Pöch, padre indiscusso del cinema etnografico austriaco, il quale, per primo, chiese alle autorità il permesso di poter utilizzare i nuovi mezzi della fotografia e del cinema al fine di poter studiare, di volta in volta, le diverse etnie di tutto il mondo, partendo dai prigionieri di guerra russi.

cinema-e-fabbriche-2-parte-cinema-austriaco

CINEMA E FABBRICHE – 2° PARTE

In molti film di propaganda realizzati in Austria durante la Prima Guerra Mondiale, bisognava dare alla nazione e al mondo l’immagine di un’Austria dove anche il nemico veniva trattato con ogni riguardo, con la possibilità di rendersi a sua volta utile nei confronti della nazione che lo “ospitava”. Cinema e fabbriche, dunque, ancora una volta stanno a costituire un binomio essenziale.

cinema-e-fabbriche-1-parte-cinema-austriaco

CINEMA E FABBRICHE – 1° PARTE

L’attenzione al mondo delle fabbriche e a tutti i potenziali che le stesse stavano a rappresentare nasce in Austria – come ben si può immaginare – nel corso della Prima Guerra Mondiale. Era, infatti, proprio all’interno delle fabbriche che venivano realizzate le armi atte a difendere la propria nazione e i propri cittadini. Era all’interno delle fabbriche che, in un modo o nell’altro, si gettavano le basi per una possibile vittoria al fronte.

livelli-temporali-e-cornici-pedagogia-e-propaganda-nel-cinema-austriaco-degli-anni-20

LIVELLI TEMPORALI E CORNICI -PEDAGOGIA E PROPAGANDA NEL CINEMA AUSTRIACO DEGLI ANNI ’20

I lungometraggi prodotti in Austria negli anni Venti erano, generalmente, tratti da testi letterari o, comunque, film drammatici che tirano in ballo eventi storici appartenenti al passato. All’interno di essi, riusciti salti temporali trasportavano lo spettatore,di volta in volta, verso nuovi mondi e nuove realtà.