Categoria: Altro Cinema

paula-wessely-perche-mai-dovrei-piacerle-cinema-austriaco

PAULA WESSELY – “PERCHÉ MAI DOVREI PIACERLE?”

Prima attrice austriaca ad aver vinto – nel 1935 – la Coppa Volpi alla Mostra del cinema di Venezia, dopo un’encomiabile carriera teatrale, l’anno precedente Paula Wessely – nel ruolo della timida e coraggiosa Leopoldine Dur in Mascherata di Willi Forst – aveva finalmente conquistato – sempre a Venezia – anche il pubblico cinematografico. Merito del suo innato talento per la recitazione. Merito, forse, anche di quella particolare pettinatura con la riga a lato che ben presto sarebbe diventata di moda. Ma merito anche – probabilmente – di quella frase – “Perché mai dovrei piacerle?” – che tanto sembrava appropriata alla situazione.

il-nuovo-cinema-austriaco-cinema-austriaco

IL NUOVO CINEMA AUSTRIACO

Se non v’è una data esatta a sancire l’inizio della corrente del Nuovo Cinema Austriaco, è anche vero che, di fatto, tale movimento può facilmente essere letto, più in generale, come un nuovo modo di intendere la produzione cinematografica stessa. Il tutto per una serie di prodotti cinematografici dalla più marcata autorialità, in cui vengono affrontati anche temi considerati complessivamente “scomodi”.

intervista-a-maria-arlamovsky-cinema-austriaco

INTERVISTA A MARIA ARLAMOVSKY

In occasione della rassegna Sotto le stelle dell’Austria 2020, la regista e sceneggiatrice Maria Arlamovsky presenterà il suo documentario Robolove, che ha già riscosso un’ottima accoglienza da parte di pubblico e critica alla Viennale 2019. Cinema Austriaco ha avuto l’onore di fare quattro chiacchiere con lei e di farsi raccontare qualcosa circa questo suo interessante lavoro, circa la sua carriera e, più in generale, circa un possibile futuro prossimo. Intervista a cura di Marina Pavido.

prima-dellalba-1995-galeotta-fu-vienna-linklater-cinema-austriaco

PRIMA DELL’ALBA – GALEOTTA FU VIENNA

La storia d’amore tra Jesse e Céline in Prima dell’Alba di Richard Linklater si sviluppa davanti allo schermo attraverso le parole e potenti immagini della città che appaiono sullo sfondo. E di giorno come di notte la stessa non perde nemmeno una minima parte del suo fascino, ma, al contrario, viene qui trattata dal regista alla stregua di un vero e proprio personaggio.

karlheinz-bohm-imperatore-dal-cuore-d-oro-cinema-austriaco

KARLHEINZ BÖHM – IMPERATORE DAL CUORE D’ORO

Ora imperatore, ora spietato assassino sullo schermo, generoso benefattore nella vita reale. Nel corso della sua lunga e prolifica carriera, Karlheinz Böhm non ha prestato il volto soltanto a Francesco Giuseppe I d’Austria. Al contrario, dopo il successo della trilogia di Marischka, l’attore ha per tutta la vita cercato di distanziarsi da quei film che lo avevano reso celebre in tutto il mondo, spesso adottando anche registri decisamente antitetici a quelli a cui inizialmente era solito rapportarsi.

erich-stroheim-nella-societa-dell-entertainment

ERICH STROHEIM NELLA SOCIETÀ DELL’ENTERTAINMENT

Erich Stroheim è stato un figlio dei suoi luoghi e dei suoi tempi, prima ancora che un regista che
ha lasciato il segno attraverso la propria marca autoriale. Un austriaco, innanzitutto, cresciuto nella
Vienna di fine Ottocento, una città lo ha stimolato con l’originalità, la sperimentazione di nuovi
linguaggi che sono tutt’uno con l’artista che li crea, e con un mito asburgico che andava via via
decadendo.

i-wiener-film-ritratto-di-un-austria-felice

I WIENER FILM – RITRATTO DI UN’AUSTRIA FELICE

Il più delle volte dai toni leggeri, di quando in quando anche piuttosto malinconici, i Wiener Film erano atti a raccontare il fulgore di un’epoca e la sua società altoborghese, all’interno della quale, tuttavia, storie d’amore nate tra persone di ceto differente contribuivano ora a conferire drammaticità al racconto, ora a costruire gustose e divertenti commedie degli equivoci.