la-pivellina-non-e-ancora-domani-2009-the-little-one-covi-frimmel-recensione-review-kritik

LA PIVELLINA

      Commenti disabilitati su LA PIVELLINA

This post is also available in: Deutsch (Tedesco) English (Inglese)

di Tizza Covi e Rainer Frimmel

voto: 8.5

La Pivellina è una favola contemporanea che potrebbe accadere oggi, così come potrebbe essere accaduta ieri. Una favola senza tempo ambientata in un mondo in cui il tempo stesso sembra essere, purtroppo, del tutto limitato.

Un arrivo inaspettato

Il mondo del circo e tutto ciò che esso rappresenta hanno da sempre affascinato i registi Tizza Covi e Rainer Frimmel. Soliti raccontarci per immagini mondi destinati, in un modo o nell’altro, a svanire per sempre, i due autori hanno per la prima volta parlato di tale ambiente nel 2009, quando hanno realizzato il lungometraggio La Pivellina, primo capitolo di una trilogia dedicata, appunto, agli ambienti circensi, presentato al Festival di Cannes 2009, sezione Quinzaine des Réalisateurs, e a cui avrebbero fatto seguito anche The Shine of Day (2012) e Mister Universo (2016).

Una particolare caratteristica che contraddistingue la presente trilogia (ma anche tutti gli altri film di finzione di Covi e Frimmel) è un estremo realismo grazie al quale, sentendoci immediatamente parte di quei mondi da loro raccontati con affetto e riverenza, non sappiamo più dove finisca la realtà e inizi la finzione stessa. Stesso discorso, dunque, vale per La Pivellina, in cui un gruppo di attori non professionisti (che incontreremo anche nei successivi film della trilogia) ci accompagna per mano nel proprio mondo, attraverso una storia tenera e delicata in cui non mancano anche importanti dilemmi morali.

Tutto ha inizio, dunque, nel quartiere di San Basilio, a Roma. Patti (Patrizia Gerardi) è una donna di circa cinquant’anni che lavora in un circo e vive in una roulotte. Un giorno, mentre è intenta a cercare il suo cane, ella incontra per caso una bambina di circa due anni rimasta da sola al parco giochi. Sua mamma l’ha abbandonata lì, ma, come ha scritto in una lettera, è intenzionata ad andare a riprenderla presto. Patti decide di portare la bambina con sé e pian piano tutti, nel suo ambiente, si affezioneranno a lei, compresi suo marito Walter (Walter Saabel), inizialmente intenzionato a chiamare la polizia, e il giovane Tairo (Tairo Caroli), anch’egli abbandonato dai genitori quando era bambino e che vive insieme ai due protagonisti. Tutto, pian piano, sembra andare per il meglio. Ma quanto potrà durare tale effimera felicità?

La Pivellina, dunque, è una favola contemporanea che potrebbe accadere oggi, così come potrebbe essere accaduta ieri. Una favola senza tempo ambientata in un mondo in cui il tempo sembra essere, purtroppo, del tutto limitato. La piccola Asia è diventata la mascotte del circo e, grazie alle cure di Patti, di Tairo e di Walter, è felice in questo nuovo ambiente e vorrebbe restare lì per sempre. Eppure, numerose sono le difficoltà che chi abita lì deve affrontare ogni giorno. Soprattutto le difficoltà economiche e la mancanza di lavoro, sempre all’ordine del giorno. Tanta bellezza insieme alla crudele realtà di un mondo che in pochi possono dire di conoscere davvero.

E così, in La Pivellina la macchina da presa di Tizza Covi e Rainer Frimmel, ci mostra tutto ciò senza filtro alcuno. Seguendo fedelmente le teorie di Cesare Zavattini, i due registi hanno trovato la soluzione vincente per rendere le loro storie incredibilmente vive e pulsanti sul grande schermo, regalandoci, insieme a momenti divertenti e a tratti addirittura esilaranti (come quando, ad esempio, Patti sgrida il suo cagnolino per essere scappato), scene fortemente commoventi e strazianti. Proprio come accade quando nessuno sa per quanto tempo la piccola Asia possa restare ancora in quel mondo a lei tanto caro.

Titolo originale: La Pivellina
Regia: Tizza Covi, Rainer Frimmel
Paese/anno: Italia, Austria / 2009
Durata: 101’
Genere: drammatico
Cast: Patrizia Gerardi, Tairo Caroli, Asia Crippa, Walter Saabel, Tailor Intruglio, Pierino Atzeni, Gigliola Crippa, Mirco Crippa
Sceneggiatura: Tizza Covi
Fotografia: Rainer Frimmel
Produzione: Vento Film

Info: la scheda di La Pivellina su iMDb; la scheda di La Pivellina sul sito della Austrian Film Commission