osterreichischer-filmpreis-2024-nomination-nominierungen-nomination-cinema-austriaco

ÖSTERREICHISCHER FILMPREIS 2024 – TUTTE LE NOMINATION

      Commenti disabilitati su ÖSTERREICHISCHER FILMPREIS 2024 – TUTTE LE NOMINATION

This post is also available in: Deutsch (Tedesco) English (Inglese)

Nella giornata di giovedì 11 aprile ha avuto luogo la consueta conferenza stampa dell’Akademie des Österreichischen Films, in cui sono state annunciate le nomination agli Österreichischer Filmpreis 2024. La cerimonia di premiazione avrà luogo il 5 giugno presso il Wiener Rathaus.

In attesa di scoprire i vincitori…

E anche quest’anno, finalmente, ci siamo! Nella giornata di giovedì 11 aprile ha avuto luogo la consueta conferenza stampa dell’Akademie des Österreichischen Films (presieduta dal regista Arash T. Riahi e dall’attrice Verena Altenberger), in cui sono state annunciate le nomination agli Österreichischer Filmpreis 2024. Numerosi, anche quest’anno, sono stati i film candidati (in tutto 31 lungometraggi, 15 documentari e 14 lungometraggi) e, come di consueto ogni anno, anche in questa occasione c’è un film in particolare distintosi per l’elevato numero di nomination ottenute. La cerimonia di premiazione avrà luogo il 5 giugno presso il Wiener Rathaus.

Per quanto riguarda questa edizione degli Österreichischer Filmpreis 2024, dunque, come già menzionato c’è un film nello specifico che ha spiccato su tutti, avendo ottenuto ben 11 nomination. Stiamo parlando dell’ottimo The Devil’s Bath, diretto da Veronika Franz e Severin Fiala e già presentato in anteprima mondiale in occasione della Berlinale 2024. Altrettante soddisfazioni ha ottenuto il lungometraggio Rickerl di Adrian Goiginger, nominato in 7 categorie, mentre A whole Life di Hans Steinbichler, Woodland di Elisabeth Scharang ed Europa di Sudabeh Mortezai possono dirsi altrettanto soddisfatti, avendo ricevuto 4 nomination a testa.

Volendo restare nell’ambito dei lungometraggi, occorre, tuttavia, fare una piccola riflessione. Data la presenza, tra i film selezionati, di Sparta (l’ultimo, controverso lavoro di Ulrich Seidl), stupisce molto il fatto che tale opera abbia ricevuto soltanto una nomination (Miglior Regia), nonostante la sua elevata qualità artistica. Nello specifico, sono stati in molti a notare l’eccellente (e per nulla facile) performance di Georg Friedrich, il quale, tuttavia, in questa edizione degli Österreichischer Filmpreis 2024 non è stato purtroppo nominato nella categoria Miglior Attore Protagonista. Ma sta bene. Bisognerà vedere quale dei suoi (altrettanto bravi) colleghi verrà premiato quest’anno.

Particolarmente acclamati a questi Österreichischer Filmpreis 2024, inoltre, sono stati tre documentari nello specifico. Stiamo parlando di Souls of a River di Chris Krikellis (3 nomination) Who is afraid of Hitler’s Town? di Günter Schwaiger e 27 Storeys di Bianca Gleissinger (2 nomination). E considerato l’elevato numero di documentari prodotti ogni anno in Austria, possiamo immaginare come l’Akademie non abbia avuto compito facile nello scegliere i migliori.

Prendendo in considerazione tutti i film nominati, dunque, è interessante notare come anche quest’anno ognuna delle opere si sia distinta non soltanto per una propria, ben marcata personalità, ma anche per un particolare coraggio nello sperimentare nuovi linguaggi senza paura di trattare temi decisamente controversi e spesso problematici. Segno che il cinema austriaco ha davvero tanto da offrire e che non ha paura di differenziarsi da quanto prodotto nel resto del mondo, cercando costantemente una propria strada. E per fortuna, anche nel resto del mondo ci si sta finalmente accorgendo di ciò.

In attesa di scoprire verrà premiato quest’anno, dunque, non ci resta che attendere poco meno di due mesi. Nel frattempo, ecco tutte le nomination agli Österreichischer Filmpreis 2024. In bocca al lupo a tutti i nominati!

MIGLIOR FILM

Club Zero di Jessica Hausner

The Devil’s Bath di Veronika Franz e Severin Fiala

Europa di Sudabeh Mortezai

Rickerl di Adrian Goiginger

MIGLIOR DOCUMENTARIO

27 Storeys di Bianca Gleissinger

Archive of the Future di Joerg Burger

Souls of a River di Chris Krikellis

Who is afraid of Hitler’s Town? di Günter Schwaiger

MIGLIOR CORTOMETRAGGIO

Cornetto im Gras di David Lapuch

Der Riss di Paul Ertl

Die unsichtbare Grenze di Mark Gerstorfer

Echoes of Grief di Verena Repar

MIGLIOR ATTRICE PROTAGONISTA

Emily Cox per Alma & Oskar

Anja Plaschg per The Devil’s Bath

Gerti Drassl per Persona non grata

Brigitte Hobmeier per Woodland

MIGLIOR ATTORE PROTAGONISTA

Valentin Postlmayr per Alma & Oskar

Stefan Gorski per A whole Life

Voodoo Jürgens per Rickerl

MIGLIOR ATTRICE NON PROTAGONISTA

Maria Hofstätter per The Devil’s Bath

Agnes Hausmann per Rickerl

Gerti Drassl per Woodland

MIGLIOR ATTORE NON PROTAGONISTA

Tobias Resch per Ingeborg Bachmann – Journey into the Desert

Karl Fischer per Mermaids don’t cry

Ben Winkler per Rickerl

MIGLIOR REGIA

Veronika Franz, Severin Fiala per The Devil’s Bath

Adrian Goiginger per Rickerl

Ulrich Seidl per Sparta

MIGLIOR SCENEGGIATURA

Veronika Franz, Severin Fiala per The Devil’s Bath

Sudabeh Mortezai per Europa

Adrian Goiginger per Rickerl

MIGLIOR CASTING

Lucy Pardee per Club Zero

Henri Steinmetz per The Devil’s Bath

Angelika Kropej per Rickerl

MIGLIOR FOTOGRAFIA

Martin Gschlacht per The Devil’s Bath

Klemens Hufnagl per Europa

Klemens Koscher per 27 Storeys

Judith benedikt per Souls of a River

MIGLIOR MONTAGGIO

Michael Palm per The Devil’s Bath

Julia Drack per Europa

Samira Ghahremani per Matter out of Place

Lisa Zoe Geretschläger per Souls of a River

MIGLIORI COSTUMI

Monika Buttinger per A whole Life

Tanja Hausner per Sisi & I

Thomas Oláh per Stella. A Life.

MIGLIOR TRUCCO

Heiko Schmidt, Kerstin Gaecklein per Club Zero

Judith Kröher Falch, Tünde Kiss-Benke per The Devil’s Bath

Helene Lang, Karoline Strobl, Michaela Sommer per A whole Life

MIGLIOR SCENOGRAFIA

Andreas Donhauser, Renate Martin per The Devil’s Bath

Jurek Kuttner, Marcel Beranek per A whole Life

Katharina Wöppermann per Sisi & I

MIGLIOR COLONNA SONORA

Anja F. Plaschg (Soap&Skin) per The Devil’s Bath

Diego Ramos Rodríguez, David Schweighart per The Theory of Everything

Hania Rani per Woodland

Wolf-Maximilian Liebich per She Chef

MIGLIOR SONORO

Carlo Thoss, Philipp Mosser, Reinhard Schweiger, Manuel Grandpierre per 15 Years

Odo Grötschnig, Sebastian Watzinger, Rudolf Gottsberger, Thomas Pötz, Sebastian Watzinger per Animal

William Edouard Franck, Veronika Hlawatsch, Manuel Grandpierre per Woodland

Stefan Rosensprung, Julia Mitterlehner, Nora Czamler, Manuel Grandpierre per Who is afraid of Hitler’s Town?

Info: il sito ufficiale dell’Akademie des Österreichischen Films