franz-grabner-preis-2024-cinema-austriaco

PREMIO FRANZ GRABNER 2024 – I VINCITORI

      Commenti disabilitati su PREMIO FRANZ GRABNER 2024 – I VINCITORI

This post is also available in: Deutsch (Tedesco) English (Inglese)

La Diagonale è lieta di annunciare i vincitori del Premio Franz Grabner 2024, che sono stati nominati ieri durante la cerimonia presso la Heimatsaal nel Volkskundemuseum.

Tante nuove storie

A nome del Franz-Grabner-Board, la Diagonale è lieta di annunciare i vincitori del Premio Franz Grabner 2024, che sono stati nominati ieri durante una cerimonia durante la Diagonale (Heimatsaal nel Volkskundemuseum). La cerimonia di premiazione è stata sostenuta dal Ministero federale per le Arti, la Cultura, il Servizio Civile e lo Sport, dal FERNSEHFONDS AUSTRIA per la Televisione, dalla Film Commission Graz e da dok.at. Il discorso principale è stato tenuto dalla giornalista e scrittrice Solmaz Khorsand, il cui libro untertan – Von braven und rebellischen Lemmingen è stato recentemente pubblicato da Leykam Verlag.

Ecco un estratto del suo discorso: “Evitiamo il caos.  Ci fa paura. (…). Ma per fortuna ci sono quei pazzi che non hanno paura del caos. Questi pazzi scuotono tutto ciò che rafforza l’abbandono intellettuale in questo Paese e vogliono dichiarare che l’insensibilità collettiva verso tutto ciò che ci è estraneo è la tacita ragion d’essere dello Stato. È grazie a questi pazzi, e lo dico con stima e affetto, che noi come società non funzioniamo a vuoto”. 

La giuria di 2024, composta da Karin Berghammer (regista), Olga Kosanović (regista) e Martin Kowalczyk (redattore cinematografico, Bayerischer Rundfunk) ha selezionato un regista per ciascuno dei tre film nominati nelle categorie documentario televisivo e documentario cinematografico per il loro uso eticamente e moralmente responsabile e credibile del mezzo. Il Premio Franz Grabner è stato assegnato per la settima volta durante la Diagonale ’24 e consiste in 5.000 euro ciascuno – donati da AAFP e ORF. Il premio è destinato allo sviluppo del progetto successivo del vincitore.

Vincitore nella categoria documentari televisivi:

| Alex Wieser per Eugenie Schwarzwald – Pionierin der Moderne

Estratto dalla dichiarazione della giuria:

“Il film premiato è un ritratto amorevolmente realizzato di una donna straordinaria che non solo era particolarmente intelligente, piena di integrità e visionaria, ma anche ispirata dall’idea di fare la differenza”. Il film si basa su una ricerca approfondita sulla sua protagonista e sulle implicazioni socio-politiche del suo lavoro ed è formalmente caratterizzato da un’artigianalità solida e coerente, con un occhio attento ai dettagli a tutti i livelli.”

In questa categoria sono stati nominati anche Eine Gesellschaft ohne Arbeiter di Heidi Neuburger-Dumancic e Flash Wars – KI im Krieg di Daniel Andrew Wunderer.

Vincitore nella categoria documentari cinematografici:

| Günter Schwaiger per Who is afraid of Hitler’s Town?

Estratto dalla dichiarazione della giuria:

“Un film che si imbarca in una ricerca molto personale di come sia effettivamente la casa. È uno studio dell’ambiente, di un luogo speciale, lascia che molte persone dicano la loro, mostra osservazioni che a volte sembrano vera e propria satira. Racconta la repressione e l’assenza di parole e la mancanza di un confronto con la propria storia. La narrazione cinematografica raggiunge qui la sua forza, soprattutto verso la fine; il film mette le cose in relazione l’una con l’altra in modo che il nucleo di un orrore diventi tanto più chiaro da un lato, ma dall’altro a volte si insinua in fondo e si deposita presso lo spettatore. Un horror sul passato e su ciò che è accaduto”.

In questa categoria sono stati nominati anche … ned, tassot, yossot … di Brigitte Weich e The Standstill di Nikolaus Geyrhalter.

Who is afraid of Hitler’s Town? è presente anche nel concorso della Diagonale di quest’anno e può essere visto il 9 aprile alle 13.00 nel KIZ RoyalKino.

“Siamo lieti che il Premio Franz Grabner possa continuare a essere assegnato alla Diagonale. L’eponimo garantisce un giornalismo di qualità e un’emittenza pubblica politicamente indipendente. Il premio persegue l’idea di rafforzare lo status dei documentari cinematografici e televisivi austriaci, onorando così gli standard artistici e il pensiero critico e riflessivo”, affermano i direttori del festival Dominik Kamalzadeh e Claudia Slanar.

Il Premio Franz Grabner è stato istituito dalla famiglia Grabner, dall’AAFP, dalla ORF e dalla Diagonale in memoria del giornalista della ORF Franz Grabner (1955 – 2015). “Il Premio Franz Grabner è ormai da diversi anni un evento importante nel panorama cinematografico austriaco. I valori umanistici, la responsabilità sociale e il chiaro impegno a favore di film di qualità hanno caratterizzato il lavoro del nostro defunto collega Franz Grabner e sono rilevanti anche per il premio. La giuria internazionale, che cambia ogni anno, garantisce diversità e obiettività”, afferma Sharon Nuni, responsabile del dipartimento documentari culturali di ORF TV e successore di Franz Grabner in questa posizione.

Cinema Austriaco si congratula vivamente con tutti i vincitori!

Info: la scheda del Premio Franz Grabner 2024 sul sito della Diagonale