diagonale-2024-presentazione-prasentation-presentation-cinema-austriaco

DIAGONALE 2024

      Commenti disabilitati su DIAGONALE 2024

This post is also available in: Deutsch (Tedesco) English (Inglese)

L’inizio di una nuova era

Finalmente, a breve inizierà una nuova avventura. Presto la bella città di Graz si colorerà di tanti nuovi film che nell’ultimo anno hanno ulteriormente arricchito l’universo del cinema austriaco. La Diagonale 2024, infatti, avrà luogo dal 4 al 9 aprile e quest’anno sta a rappresentare anche l’inizio di una nuova era per il Festival del Cinema Austriaco. Dopo numerose edizioni dirette dal duo Sebastian Höglinger e Peter Schernhuber, infatti, ecco che per il primo anno la direzione artistica del festival è stata affidata a Claudia Slanar e Dominik Kamalzadeh, i quali, come di consueto, hanno dato vita a un programma particolarmente ricco e variegato, che comprende, oltre ai film in competizione, anche diverse sezioni collaterali. Ma vediamo meglio cosa ci aspetta nello specifico nei prossimi giorni!

Per quanto riguarda i lungometraggi presentati a questa Diagonale 2024, ad esempio, non possiamo non menzionare The Devil’s Bath, ultimo lavoro di Veronika Franz e Severin Fiala, che tanto successo ha avuto alla recente Berlinale 2024, ma anche Andrea gets a Divorce di Josef Hader, anch’esso presentato a Berlino, What a Feeling di Kat Rohrer, Europa di Sudabeh Mortezai, Veni vidi vici di Daniel Hoesl e Julia Niemann (recentemente presentato in anteprima al Sundance Film Festival 2024), Animal di Sofia Exarchou e Asche, l’ultimo lavoro da regista di Elena Wolff.

Per quanto riguarda i documentari che verranno presentati alla Diagonale 2024, c’è da dire che quest’anno il Festival del Cinema Austriaco verrà aperto proprio con un documentario: Favoriten di Ruth Beckermann, anch’esso presentato in anteprima mondiale alla Berlinale 2024 e che verrà proiettato durante la serata d’apertura alla Helmut List Halle, dopo la consegna del Großer Diagonale Schauspielpreis a Lukas Miko. Tra gli altri titoli della presente sezione, inoltre troviamo Corpus Homini di Anatol Bogendorfer, Pandora’s Legacy di Angela Christlieb, Vista Mare di Julia Gutweniger e Florian Kofler, The Standstill, l’ultimo lavoro di Nikolaus Geyrhalter, 24 Hours di Harald Friedl e Hacking at Leaves di Johannes Grenzfurthner, giusto per fare qualche esempio.

Come di consueto, dunque, anche questa Diagonale 2024 dedicherà particolare attenzione al cinema sperimentale – prodotto copiosamente in Austria – all’interno della sezione Innovatives Kino, dove, tra i numerosi film proposti, potremo vedere, ad esempio, anche Mare Imbrium, l’ultimo lavoro di Siegfried A. Fruhauf, Valley Pride di Lukas Marxt, re-BIRDING di Michaela Schwentner, The Tuner di Sascha Pirker e Palmer di Friedl vom Gröller.

Ma non è tutto! Come da ormai molti anni, infatti, anche a questa Diagonale 2024 saranno presenti diverse sezioni collaterali, tra cui, nello specifico, le retrospettive dedicate alla regista e fotografa austriaca Lisl Ponger e al regista tedesco Christoph Hochhäusler e uno speciale dedicato alla storia del cinema, con focus riguardante il tema dell’immigrazione. Se a tutto ciò, inoltre, aggiungiamo anche numerosi incontri, dibattiti e mostre, ci rendiamo conto di quanto saranno intensi questi cinque giorni di festival. In poche parole, ognuno avrà un’ampia scelta per poter vivere l’evento nel migliore dei modi.

Pronti per una nuova avventura? La città di Graz aspetta solo noi. Mettiamoci comodi in sala, lo spettacolo sta per iniziare!

Di seguito, i lungometraggi presenti e gli articoli relativi alla Diagonale 2024.

Info: il sito ufficiale della Diagonale