peter-alexander-biografie-biografia-biography-cinema-austriaco

PETER ALEXANDER – IL PIÙ AMATO DAGLI AUSTRIACI

This post is also available in: Deutsch (Tedesco)

In molti, soprattutto in Austria e in Germania, ricorderanno il celebre Peter Alexander cantare festose canzoni natalizie in televisione. Eppure l’apprezzato e poliedrico artista di Vienna – ancora oggi ricordato con affetto da numerosi spettatori – ebbe modo di affermarsi anche come attore e presentatore televisivo.

Un volto rassicurante

In molti, soprattutto in Austria e in Germania, ricorderanno il celebre Peter Alexander cantare festose canzoni natalizie in televisione. Già, perché, di fatto, il famoso cantante, attore, musicista e presentatore televisivo austriaco aveva davvero un volto particolarmente rassicurante, che dava quasi l’impressione di essere un membro della famiglia per chiunque avesse avuto modo di incontrarlo o anche solo di vederlo al cinema e in televisione. E, soprattutto nel periodo natalizio, accade sovente di ricordarsi delle sue apprezzate performance.

Nato il 30 giugno 1926 a Vienna, Peter Alexander Ferdinand Maximilian Neumayer era figlio del banchiere Anton Neumayer e di Bertha Katharina Wenzlick. Da bambino egli era piuttosto vivace (già si poteva intuire la sua indole da intrattenitore) e fu addirittura espulso dal liceo a causa dei numerosi scherzi che era solito fare a compagni e professori. Dopo essersi arruolato in marina (ed essere stato addirittura prigioniero degli inglesi) durante la Seconda Guerra Mondiale, il giovane Peter tornò finalmente a Vienna. Inizialmente i suoi genitori volevano che egli studiasse medicina. Il ragazzo iniziò, dunque, l’università, ma abbandonò ben presto i suoi studi, dal momento che voleva innanzitutto affermarsi come attore. Fu così che iniziò a studiare al Max-Reinhardt-Seminar di Vienna, diplomandosi nel 1948 con lode.

Il suo carattere sempre allegro e giocoso e il suo volto caratteristico suggerirono immediatamente che il nostro Peter Alexander era più adatto alle commedie che ai drammi. Egli avrebbe voluto inizialmente entrare a far parte dell’ensemble del Burgtheater, ma, dopo aver preso parte a piccoli spettacoli teatrali, si rese conto che il suo futuro era principalmente la musica (contemporaneamente aveva studiato da autodidatta come cantante e pianista). Ancora oggi, molte delle sue canzoni vengono ricordate da adulti e bambini e spesso parlano di nostalgiche storie ambientate proprio a Vienna. Egli è divenuto ben presto uno dei cantanti di maggior successo nei paesi di lingua tedesca (basti pensare che soltanto in Germania è rientrato nella top 100 per ben ottanta volte). Nel corso della sua carriera ha pubblicato ben 156 singoli e 120 LP originali, il genere da lui prediletto era lo Schlager e tra i suoi maggiori successi ricordiamo le canzoni Wie Böhmen noch bei Öst’reich war, Das kleine Beisl, Alte Lieder, traute Weisen e Damals in Rom, oltre, ovviamente agli album natalizi Schöne Weihnachten mit Peter Alexander (1966) e Wunderschöne Weihnachtszeit (1972), giusto per citarne qualcuno.

E il cinema, invece? Anche al cinema Peter Alexander ebbe grande successo. Dopo aver ricoperto un piccolo ruolo nel film La Casa dell’Angelo (Karl Hartl, 1948), ben presto gli vennero assegnati ruoli sempre più importanti, fino a diventare addirittura il protagonista di alcune pellicole, data anche la sua popolarità in crescita. Dal 1952 al 1972, infatti, Alexander prese parte a quarantuno film, tutti principalmente commedie o film musicali, in cui possiamo vedere l’artista anche nel ruolo di un cantante o addirittura di sé stesso. Artista poliedrico, egli collaborò principalmente con i registi Géza von Cziffra e Paul Martin e tra i titoli di maggior rilievo a cui prese parte ricordiamo Der letzte Walzer (Arthur Maria Rabenalt, 1953), Night Club, Peter schiesst den Vogel ab (Géza von Cziffra, 1957 e 1959), Per Favore non toccate le Modelle (Paul Martin, 1960) e Im weissen Rössl (Werner Jacobs, 1960).

Nel corso della sua carriera, Peter Alexander ebbe anche modo di condurre numerose trasmissioni televisive. E infatti, il ruolo di presentatore televisivo gli era particolarmente congeniale, al punto da fargli condurre per molti anni una trasmissione tutta sua, il Peter-Alexander-Show, andato in onda dal 1963 al 1996 sulle reti ZDF e ORF. Il Peter-Alexander-Show era una trasmissione per famiglie in cui si incontravano principalmente musicisti e attori, al fine di dar vita a numerosi sketch comici e di portare un po’ di musica nelle case degli spettatori. Per tutte le sue edizioni, la trasmissione è stata un successo, sia in Austria che in Germania, e il pubblico si era ormai affezionato a questa figura così famigliare e dell’aspetto rassicurante e non si dimenticò di lui nemmeno quando le sue apparizioni televisive divennero sempre più sporadiche.

Negli ultimi anni della sua vita, infatti, Peter Alexander venne invitato come ospite in qualche trasmissione televisiva solo di quando in quando e nel 2006, in occasione del suo ottantesimo compleanno, venne pubblicata anche la sua biografia fotografica, Peter Alexander – Das tat ich alles aus Liebe…., a cura di Michael Wenk e Barbara Löhr e per cui Alexander scrisse anche la prefazione.

In seguito alla morte di sua moglie (l’attrice Hildegarde Haagen), avvenuta nel 2003, Peter Alexander vendette la sua grande villa in Svizzera e si trasferì a Vienna, nel quartiere di Grinzig (all’interno del diciannovesimo distretto), dove morì il 12 febbraio 2011. Al fine di dare al suo pubblico la possibilità di salutarlo per l’ultima volta, il comune di Vienna decise di esporre la sua salma per qualche giorno al Cimitero Centrale, ma, dal momento che la sua famiglia rifiutò la tomba onoraria, egli è oggi sepolto presso il Grinziger Friedhof, vicino a quella che è stata un tempo casa sua. I suoi spettatori, comunque, non lo hanno mai dimenticato. E ancora oggi, quando durante le feste natalizie capita di ascoltare in radio o in televisione una delle sue canzoni, si ha l’impressione di tornare a quelle serate felici in cui tutti insieme ci si riuniva a guardare il Peter-Alexander-Show.

Info: la scheda di Peter Alexander su iMDb