stille-nacht-heilige-nacht-1910-aavv-filmarchiv-austria-recensione

STILLE NACHT, HEILIGE NACHT

      Nessun commento su STILLE NACHT, HEILIGE NACHT

This post is also available in: Deutsch (Tedesco) English (Inglese)

di AAVV

voto: 7

In Stille Nacht, heilige Nacht riconosciamo immediatamente una forte influenza da parte del cinema di Georges Méliès, soprattutto per quanto riguarda le scene in sovrimpressione e il tono fortemente favolistico (a volte addirittura onirico) di tutto il film. Questo breve cortometraggio tenta la sua strada senza la pretesa di diventare a tutti i costi un film “rivoluzionario”. Eppure, con la sua eleganza nella messa in scena e con la sua semplicità ci sembra, oggi, più prezioso che mai.

La nascita di Gesù

La notte di Natale. Tale festività, come ben sappiamo, ha mantenuto nel corso dei secoli sempre un grande fascino. Numerosi, infatti, sono artisti e letterati di tutto il mondo che hanno voluto ricrearne una propria, soggettiva ricostruzione. Stesso discorso vale per quanto riguarda il mondo del cinema, dove, già ai tempi del muto, sono stati realizzati in tutto il mondo brevi film ambientati durante le feste natalizie o rappresentanti, appunto la stessa nascita di Gesù Bambino. A tal proposito, particolarmente degno di nota è il breve film Stille Nacht, heilige Nacht, realizzato nel 1910 e recentemente restaurato e riproposto al pubblico in occasione di una speciale retrospettiva online dal Filmarchiv Austria.

Stille Nacht, heilige Nacht – prodotto da Austria e Germania – è un film piuttosto semplice, che, tuttavia, con una durata di poco meno di tre minuti, si distingue anche per una certa accuratezza registica, oltre che per una sempre encomiabile voglia di sperimentare nuovi linguaggi cinematografici. Alcune persone entrano in una chiesa durante la notte di Natale. La macchina da presa, costantemente statica, li riprende di spalle mentre si recano a messa. Poi, improvvisamente, l’inquadratura cambia: ora ci troviamo dentro la chiesa. Di fianco all’altare troviamo un piccolo coro. Nel momento in cui ognuno dei suoi membri inizia a suonare la tromba, accade qualcosa di inaspettato: in sovrimpressione vediamo un piccolo presepe vivente. Mentre Maria e Giuseppe sono intenti a coccolare il loro bambino, i Re Magi arrivano a portargli i doni.

Tutto dura soltanto pochi secondi, prima che torniamo a vedere per intero l’immagine dell’altare. Nella seconda scena in sovrimpressione: due angeli aprono un sipario, dietro in quale si trova un grande albero di Natale. In Stille Nacht, heilige Nacht, dunque, tutto è studiato nel minimo dettaglio al fine di trasmettere appieno allo spettatore l’atmosfera delle feste natalizie. Sono sufficienti, poche, brevi scene. Se pensiamo che, tuttavia, il film è stato realizzato nel 1910, quando il cinema era nato da poco meno di quindici anni, notiamo come la messa in scena tenti di “liberarsi” da determinati canoni dell’epoca.

Dal momento che in Austria, infatti, si è iniziato a girare film relativamente più tardi rispetto a quanto è avvenuto nel resto del mondo, ancora bisognava familiarizzare con questo nuovo mezzo. Fatta eccezione per piccoli film di finzione (tra cui ricordiamo, su tutti, i film realizzati da Johann Schwarzer con la Saturn-Film), infatti, venivano realizzati qui perlopiù documentari atti a mostrare al pubblico eventi ufficiali, manifestazioni pubbliche o anche, addirittura, funerali di importanti personalità.

In Stille Nacht, heilige Nacht, invece, la musica cambia. Qui, infatti, riconosciamo immediatamente una forte influenza da parte del cinema di Georges Méliès, soprattutto per quanto riguarda le scene in sovrimpressione e il tono fortemente favolistico (a volte addirittura onirico) di tutto il film. Stlle Nacht, heilige Nacht tenta la sua strada senza la pretesa di diventare a tutti i costi un film “rivoluzionario”. Eppure, con la sua eleganza nella messa in scena e con la sua semplicità ci sembra, oggi, più prezioso che mai.

Titolo originale: Stille Nacht, heilige Nacht
Regia: AAVV
Paese/anno: Germania, Austria / 1910
Durata: 3’
Genere: musicale
Sceneggiatura: AAVV
Fotografia: AAVV
Produzione: Deutsche Bioscop Gesellschaft

Info: la scheda di Stille Nacht, heilige Nacht sul sito del Filmarchiv Austria