love-machine-2-2022-schmied-recensione

LOVE MACHINE 2

      Nessun commento su LOVE MACHINE 2

This post is also available in: Deutsch (Tedesco)

di Andreas Schmied

voto: 6

Proprio com’è stato in Love Machine, anche in Love Machine 2 una serie di gag vanno ad arricchire una sceneggiatura a volte un po’ troppo prevedibile, ma che, nel complesso riesce a regalare allo spettatore un’ora e mezza di risate. Il carisma di Georgy (e, ovviamente, del bravo Thomas Stipsits) è il vero fulcro attorno a cui ruota tutto il film.

Hit me baby one more time

Grande successo nel 2019, premiato addirittura come film più amato dal pubblico agli Österreichischer Filmpreis 2020, Love Machine è probabilmente uno dei lungometraggi più fortunati diretti da Andreas Schmied. In molti, infatti, ricorderanno le avventure di Georgy (impersonato dal celebre cabarettista Thomas Stipsits), il quale, trasferitosi da sua sorella Gitti (Julia Edtmeier), inizia a lavorare come gigolò grazie anche alle numerose clienti del salone di bellezza di Gitti. Innamoratosi della bella Jadwiga (Claudia Kottal), però, sarà un problema portare avanti questa sua nuova “attività”. E vissero tutti felici e contenti? Non proprio. E, infatti, nell’atteso Love Machine 2, realizzato, appunto, dallo stesso Schmied nel 2022, vediamo come le cose siano andate diversamente dal lieto fine che tutti avevamo immaginato.

Sono passati, infatti, due anni da quando, ormai, Georgy e Jadwiga si sono inaspettatamente lasciati. Al fine di dimenticare il suo amore perduto, Georgy ha deciso di trasferirsi in Thailandia, al fine di diventare monaco buddista. Convinto a tornare a Vienna da un’affascinante signora incontrata sul posto, però, egli scoprirà che la sua ex lo ha cercato per mari e monti a causa di un’inaspettata novità: egli è padre del piccolo Waldemar, nato pochi mesi dopo la sua rottura con Jadwiga. Che fare, dunque, per poter pagare gli alimenti?

Squadra vincente non si cambia. E, infatti, in Love Machine 2 troviamo praticamente tutti gli stessi personaggi che hanno reso celebre il primo film: non solo Georgy e la sua amata, ma anche sua sorella Gitti e il capo di lei, Josefine (Ulrike Beimpold), la quale deve finanziarle la sua nuova attività (un’agenzia di gigolò), ma si trova costantemente in disaccordo con lei per quanto riguarda la sua gestione. E poi, ovviamente, non possono non essere menzionati i vari aspiranti gigolò, ognuno dei quali troppo imbranato per poter avere successo con le donne, ognuno dei quali con ben marcate caratteristiche che lo rendono simile a una macchietta (su tutti, l’aspirante playboy Adriano – impersonato da Erich Altenkopf – un uomo dal fascino tutto “italiano”).

Proprio com’è stato in Love Machine, dunque, anche in Love Machine 2 una serie di gag vanno ad arricchire una sceneggiatura a volte un po’ troppo prevedibile, ma che, nel complesso riesce a regalare allo spettatore un’ora e mezza di risate. Il carisma di Georgy (e, ovviamente, del bravo Thomas Stipsits) è il vero fulcro attorno a cui ruota l’intero film. Fin dalle prime scene, in cui vediamo il protagonista in Thaliandia mentre canta insieme ai monaci la celebre hit …Baby One More Time di Britney Spears, capiamo come questo ultimo lungometraggio di Andreas Schmied abbia mantenuto l’approccio di Love Machine, ma, ben presto, ci rendiamo conto di come due mondi totalmente opposti (il mondo della prostituzione e il mondo dei bambini) riescano a trovare un seppur bizzarro punto d’incontro.

E, infatti, in questo suo Love Machine 2, il regista non ha paura di osare e di esagerare, presentando al pubblico soluzioni a volte un po’ troppo forzate, ma che, in qualche modo, danno vita a una storia nel complesso divertente, a una storia senza troppe pretese e che soffre a causa dei tanti (troppi?) cliché tirati in ballo, ma che – come ben possiamo immaginare – piacerà indubbiamente a un buon numero di spettatori. E chissà se, in futuro, arriverà in sala anche un terzo capitolo della saga.

Titolo originale: Love Machine 2
Regia: Andreas Schmied
Paese/anno: Austria / 2022
Durata: 90’
Genere: commediasentimentale
Cast: Thomas Stipsits, Claudia Kottal, Julia Edtmeier, Ulrike Beimpold, Esther Schweins, Erich Altenkopf, Mario Apolloner, Philipp Doboczky, Caroline Frank, Victor Yao Fu, Lilian Gartner, Florian Geiger, Pascal Giefing, Andrea Guo, Xin Jin, Pepe Julio, Fred Klaubert, Alfonso Lin, Javi Lin, Angelika Niedetzky, Michaela Mock, Nici Phoenix, Lila Polak, Ferdinand Seebacher, Patrick Seletzky, Markus Zett, Christopher Znidaric
Sceneggiatura: Christiane Kalss, Silvia Wohlmuth
Fotografia: Anna Hawliczek
Produzione: Allegro Film

Info: il sito ufficiale di Love Machine 2; la scheda di Love Machine 2 su iMDB; la scheda di Love Machine 2 sul sito dell’Österreichisches Filminstitut