heldenplatz-19.-februar-2000-2002-constantin-wulff-recensione

HELDENPLATZ, 19. FEBRUAR 2000

      Nessun commento su HELDENPLATZ, 19. FEBRUAR 2000

This post is also available in: Deutsch (Tedesco)

di Constantin Wulff

voto: 7

Heldenplatz, 19. Februar 2000 è un documentario estremamente diretto ed essenziale, che punta principalmente a far riflettere il pubblico circa il nuovo governo e circa ciò che esso stesso potrebbe provocare in Austria (e non solo). All’interno della retrospettiva Österreich real del Filmarchiv Austria.

L’Austria si ribella

Il partito di estrema destra FPÖ è salito al potere il 4 febbraio 2000. Ciò ha significato il ritorno a un passato drammatico, in cui l’odio verso chi è considerato “diverso” è praticamente all’ordine del giorno. Potevano, dunque, artisti, letterati o anche semplici cittadini restare indifferenti a un avvenimento di tale portata? Assolutamente no. E infatti, il 19 febbraio dello stesso anno ha avuto luogo in Heldenplatz a Vienna una grande manifestazione, al fine di far sì che in Austria si potesse tornare a una situazione meno “estrema” e al fine di far comprendere all’Austria stessa e a tutto il mondo quanto determinate realtà possano essere pericolose. Il regista Constantin Wulff è stato pronto, dunque, a osservare da vicino tale manifestazione e a intervistare in separata sede alcune personalità che proprio durante la suddetta protesta sono intervenute per dire la loro. Così, dunque, ha preso vita il documentario Heldenplatz, 19. Februar 2000, ultimato nel 2002 e recentemente ripresentato al pubblico in occasione della retrospettiva Österreich real del Filmarchiv Austria.

Heldenplatz è tutta illuminata e gremita di gente. Sul palco salgono di volta in volta vari esponenti della vita politica e culturale austriaca. Personalità del calibro della scrittrice Marlene Streeruwitz, del politico e giornalista Michel Friedman, del cantante e comico Willi Resetarits, ma anche studenti universitari hanno tanto e tanto da dire. Al termine della manifestazione, Constantin Wulff ha avuto modo di incontrare ognuno di loro, di approfondire determinate tematiche, di riflettere su un presente drammatico e su un futuro incerto.

Heldenplatz, 19. Februar 2000 è un documentario estremamente diretto ed essenziale, che punta principalmente a far riflettere il pubblico circa il nuovo governo e circa ciò che esso stesso potrebbe provocare in Austria (e non solo). Sette personalità, dunque, dicono la loro in questo importante film di Constantin Wulff. Ognuno di loro proviene da un determinato contesto. Ognuno di loro ha un proprio, personale bagaglio culturale. Ognuno di loro è fermamente convinto che è finalmente arrivato il momento di ribellarsi. L’arte è resistenza. E proprio come Constantin Wulff numerosi altri registi hanno voluto registrare tale essenziale momento storico, al fine di esortare il popolo a reagire.

Un’altra opera essenziale realizzata, appunto, proprio in tali circostanze è il breve documentario Zero Crossing, che il regista Johannes Holzhausen ha girato e montato in soli tre giorni nel 2000 e anch’esso presentato all’interno della rassegna Österreich real. Rispetto a quanto accade in Heldenplatz, 19. Februar 2000, in Zero Crossing abbiamo modo di ascoltare le impressioni e le testimonianze di persone meno note, in un documentario ancora più semplice ed essenziale dal punto di vista registico. In questo lavoro di Constantin Wulff, invece, filmati di repertorio e interviste dirette si alternano in continuazione, prima di una ripresa, di giorno, del Parlamento di Vienna in chiusura del documentario. Entrambi i lavori si distinguono per una spiccata potenza comunicativa, entrambi, a distanza di molti anni, ci sembrano l’uno il completamento dell’altro. Due documentari di grande importanza storica e sociale con lo scopo di rendere non solo l’Austria, ma tutto il mondo un posto migliore.

Titolo originale: Heldenplatz, 19. Februar 2000
Regia: Constantin Wulff
Paese/anno: Austria / 2002
Durata: 60’
Genere: documentario
Sceneggiatura: Johannes Holzhausen, Dominik Kamalzadeh, Dieter Pichler, Constantin Wulff
Fotografia: Joerg Burger
Produzione: Navigator Film

Info: la scheda di Heldenplatz, 19. Februar 2000 su iMDb; la scheda di Heldenplatz, 19. Februar 2000 sul sito della Navigator Film; la scheda di Heldenplatz, 19. Februar 2000 sul sito del Filmarchiv Austria