in-zwettl-am-kamp-1934-aavv-recensione

IN ZWETTL AM KAMP

      Nessun commento su IN ZWETTL AM KAMP

This post is also available in: Deutsch (Tedesco)

di AAVV

voto: 6.5

In Zwettl am Kamp – prodotto nel 1934 dalla Österreich in Bild und Ton – fa parte di una lunga serie di documentari propagandistici realizzati in Austria principalmente tra gli anni Trenta e gli anni Quaranta.

Tutti in piazza

Sbarchi di navi, eventi ufficiali, incoronazioni di re e regine, manifestazioni pubbliche. Queste erano le situazioni che maggiormente venivano rappresentate negli anni immediatamente successivi alla nascita del cinematografo. Basti anche solo semplicemente pensare ai primi film dei fratelli Lumière. Un modo di documentare la realtà, il presente, che ben presto si diffuse in tutto il mondo – Austria compresa – e che risultava particolarmente interessante anche nei decenni a venire, quando assai frequente era la produzione di brevi documentari, solitamente proiettati appena prima di uno spettacolo cinematografico. E a tal proposito, In Zwettl am Kamp – prodotto nel 1934 dalla Österreich in Bild und Ton e recentemente riproposto al pubblico dal Filmarchiv Austria in occasione della rassegna online Kino auf Sommerfrische – fa parte di quella lunga serie di documentari propagandistici realizzati in Austria principalmente tra gli anni Trenta e gli anni Quaranta.

Adolf Hitler era da poco salito al potere. Ciò comportava, dunque, una limitatissima libertà di espressione da parte di artisti e letterati, insieme alla produzione – in ambito cinematografico – di lungometraggi e documentari atti a trasmettere l’immagine di un’Austria in cui imperava il benessere, nonché di una terra ricca di storia e bellezze naturali.

A tal fine, numerosi erano i documentari realizzati, di fianco ai ben più celebri Wiener Film (commedie romantiche a volte a carattere musicale ambientate solitamente nel passato, ai tempi dell’Impero austro-ungarico). E il presente In Zwettl am Kamp rientra, dunque, appieno in questa singolare corrente cinematografica, pensato per mostrare al pubblico la registrazione di un evento avvenuto nel 1934 nella cittadina di Zwettl, nella Bassa Austria.

In un soleggiato pomeriggio estivo, il Cancelliere Federale Kurt Schuschnigg è stato insignito della cittadinanza onoraria di Zwettl. Per l’occasione è stata organizzata una manifestazione di piazza – alla presenza dell’esercito e delle più alte cariche cittadine – durante la quale Schuschnigg ha salutato la folla in festa.

La macchina da presa degli operatori, dunque, dopo averci regalato una breve panoramica del luogo – focalizzando l’attenzione sul fascino del paesino stesso – ha registrato passo passo l’intera manifestazione, per poi montare il tutto in un prodotto della durata di circa due minuti. Una piazza affollata, l’esercito schierato, qualche volto che, di quando in quando, ammicca alla macchina da presa, dunque, sono le costanti del presente In Zwettl am Kamp.

Il tutto per un lavoro senza particolari pretese dal punto di vista artistico o qualitativo, dalla forma che sta a ricordare quasi un vecchio cinegiornale, con tanto di voce fuoricampo atta a descrivere gli eventi mostrati. Questa era la regola nel momento in cui si voleva registrare una manifestazione pubblica. Nulla di più, nulla di meno. Eppure, anche per tutti questi motivi, non si può non riconoscere a un lavoro come il presente In Zwettl am Kamp un’indiscussa importanza storica, raro e prezioso patrimonio della vasta e sorprendente cinematografia austriaca del passato.

Titolo originale: In Zwettl am Kamp
Regia: AAVV
Paese/anno: Austria / 1934
Durata: 2’
Genere: documentario
Sceneggiatura: AAVV
Fotografia: AAVV
Produzione: Österreich in Bild und Ton

Info: il sito ufficiale del Filmarchiv Austria