the-unfish-1997-der-unfisch-dornhelm-recensione

THE UNFISH

      Nessun commento su THE UNFISH

This post is also available in: Deutsch (Tedesco)

di Robert Dornhelm

voto: 7.5

The Unfish è un lungometraggio decisamente originale per quanto riguarda la filmografia austriaca. Il regista Robert Dornhelm, dal canto suo, si è chiaramente interessato a ciò che veniva realizzato al di fuori dei confini nazionali, mostrando particolare curiosità nei confronti dei fantasy anni Ottanta.

Nuovi arrivi in paese

La balena è la regina indiscussa dei mari. Eppure, come tutti sappiamo, la balena non è un pesce, bensì un mammifero. Un enorme mammifero che da sempre ha anche ispirato numerosi capolavori della letteratura. Questa sorta di non-pesce, dunque, è anche la protagonista del lungometraggio The Unfish, diretto da Robert Dornhelm nel 1997 e presentato dall’Austria come candidato all’Oscar per il Miglior Film Straniero.

La bizzarra storia messa in scena, dunque, è quella di Carl (impersonato da Andreas Lust) e Maria (Eva Herzig), una coppia appassionata di alpinismo in procinto di sposarsi. Un giorno in paese arriva un uomo che con il suo furgone trasporta un’enorme balena. Non si sa per quale motivo abbia deciso di trasportarla proprio lì. Improvvisamente, tuttavia, l’uomo muore e il suo furgone e la balena restano per molto tempo nella piazza del paese. Quando, il giorno del matrimonio, Maria decide improvvisamente di non andare in chiesa e di scappare via lontano, nel villaggio arriverà la misteriosa e affascinante Sophie Moor (Maria Schrader), nipote dell’uomo defunto, la quale ha ereditato la balena di suo zio. La donna, tra l’altro, ha anche il potere di far avverare i desideri: ognuno, facendo l’amore solo una volta con lei, dovrà pensare a ciò che più desidera. Cosa comporterà, tuttavia, questo suo potere magico?

The Unfish è indubbiamente un lungometraggio decisamente originale per quanto riguarda la filmografia austriaca. Robert Dornhelm, dal canto suo, si è chiaramente interessato a ciò che veniva realizzato al di fuori dei confini nazionali, mostrando particolare curiosità nei confronti dei fantasy anni Ottanta, ma, allo stesso tempo, descrivendo la provincia austriaca e tracciando un ritratto esaustivo della società contemporanea, proprio come nel frattempo facevano numerosi suoi colleghi.

The Unfish non si distingue affatto per raffinati effetti speciali. Al contrario, la macchina da presa di Dornhelm opta per un approccio complessivamente realistico, fatta eccezione per i brevi momenti girati nel ventre della balena stessa. Ciò che viene messo in scena, ad ogni modo, è una tenera favola moderna per adulti. Un’apologia dei buoni sentimenti, ma anche un ritratto disincantato del mondo in cui viviamo, dove ad avere spesso la meglio sono l’egoismo e il desiderio di vendetta. Ovviamente, una buona dose di ironia e umorismo rendono il tutto leggero come una piuma.

Il misterioso personaggio di Sophie si contrappone fortemente agli abitanti del villaggio. Per loro, ella rappresenta quasi una seconda possibilità, che non va assolutamente sprecata. Carl e Maria, dal canto loro, sembrano i più umani in paese, malgrado le loro debolezze, e contribuiscono a rendere alcune figure ancora più comiche e grottesche (tra cui, su tutti, il sindaco – impersonato da August Schmölzer – e il parroco – Rudolf Wessely). Nessuno, in The Unfish, è realmente innocente. Ognuno, ogni qualvolta si presenti l’occasione, è pronto a cedere alle proprie debolezze. Eppure il regista non vuole assolutamente giudicare, ma ci trasmette un messaggio ben preciso: soltanto la purezza d’animo può realmente salvarci. Per credere ancora alle favole non è mai troppo tardi. L’importante è riuscire a guardare ancora il mondo attraverso gli occhi di un bambino.

Titolo originale: Der Unfisch
Regia: Robert Dornhelm
Paese/anno: Austria / 1997
Durata: 90’
Genere: commedia, fantastico, sentimentale
Cast: Maria Schrader, Eva Herzig, Andreas Lust, Georges Kern, August Schmölzer, Karl Merkatz, Bibiane Zeller, Rudolf Wessely, Manuel Löffler, Erwin Leder, Hannes Fretzer, Rainer Egger, Heinrich Schweiger, Gabriela Schmoll, Johannes Zeiler, Beatrice Frey, Gerhard Rühmkorf, Michou Friesz, Haymon Maria Buttinger, Theo Schenk, Heinz Wustinger, Hanna Held, Michael Köhlmeier, Karl Künstler
Sceneggiatura: Michael Köhlmeier
Fotografia: Michael Riebl
Produzione: Terra Film Produktion

Info: la scheda di The Unfish su iMDb; la scheda di The Unfish sul sito della Austrian Film Commission