vorfruhling-im-wienerwald-1934-aavv-recensione

VORFRÜHLING IM WIENERWALD

      Nessun commento su VORFRÜHLING IM WIENERWALD

This post is also available in: Deutsch (Tedesco)

di AAVV

voto: 7.5

Vorfrühling im Wienerwald si fa immediatamente testimone di una bellezza destinata a durare nel tempo. Di una bellezza che, nonostante il passare degli anni, sembra rimanere sempre intatta e uguale a sé stessa. Della ricca e preziosa Wienerwald, da secoli motivo di orgoglio per ogni viennese.

A pochi passi da Vienna

Prati verdi su cui spuntano i primi fiori primaverili. Lunghi e soleggiati pomeriggi. Il monastero cistercense di Heiligenkreuz. E poi, non per ultima, l’affascinante, misteriosa e ricca di storia Wienerwald, alle porte della capitale austriaca. Tutto questo è contenuto in Vorfrühling im Wienerwald, realizzato nel 1934 e prodotto dalla Österreich in Bild und Ton. Un documentario, il presente, che si fa immediatamente testimone di un periodo storico assai particolare e che, dunque, va collocato all’interno di uno speciale filone cinematografico diffusosi in Austria a cavallo tra le due guerre. E per comprendere al meglio le origini di un lavoro come il presente, tuttavia, occorre fare una breve digressione.

Vi sono numerosi documentari – prodotti principalmente tra gli anni Trenta e gli anni Quaranta – atti a testimoniare le bellezze del territorio austriaco, con tutte le loro immense distese di verde, i loro monumenti e le loro antiche tradizioni. Questi documentari venivano girati principalmente con finalità propagandistiche (non a caso gli anni in cui venivano realizzati erano quelli in cui da poco era salito al potere Hitler) e si distinguono per una regia sì elementare, ma, allo stesso tempo, in grado di regalare la giusta attenzione a ciò che di volta in volta veniva messo in scena.

Vorfrühling im Wienerwald – recentemente riproposto al pubblico dal Filmarchiv Austria all’interno della rassegna Kino auf Sommerfrische – è da ascriversi, dunque, a questi documentari a scopo propagandistico, tutti di una durata complessivamente piuttosto limitata.

Numerosi erano gli operatori che, all’interno del paese, venivano incaricati di filmare eventi o luoghi, al fine di rendere al meglio tutte le numerose potenzialità di un paese come l’Austria. E nel presente Vorfrühling im Wienerwald si può tranquillamente affermare che lo scopo è stato pienamente raggiunto. Non v’è spazio, all’interno del documentario, per superflue voci fuoricampo. Così come non v’è spazio per eventuali, ridondanti didascalie. La parola, qui, viene lasciata totalmente alle immagini, per una messa in scena d’impatto e fortemente contemplativa, perfettamente in linea con le emozioni che si provano nel momento in cui ci si accinge a fare una passeggiata all’interno della vasta Wienerwald.

Ed ecco che, finalmente, la natura svolge un ruolo da protagonista, per un lavoro in cui le tracce del passaggio dell’uomo sono da notare soltanto nella costruzione di importanti monumenti costruiti secoli e secoli prima. E il presente Vorfrühling im Wienerwald si fa, dunque, immediatamente testimone di una bellezza destinata a durare nel tempo. Di una bellezza che, nonostante il passare degli anni, sembra rimanere sempre intatta e uguale a sé stessa. Della ricca e preziosa Wienerwald, da secoli motivo di orgoglio per ogni viennese che si rispetti.

Titolo originale: Vorfrühling im Wienerwald
Regia: AAVV
Paese/anno: Austria / 1934
Durata: 5’
Genere: documentario
Sceneggiatura: AAVV
Fotografia: AAVV
Produzione: Österreich in Bild und Ton

Info: il sito ufficiale del Filmarchiv Austria