baryllis-baked-beans-2011-barylli-recensione

BARYLLI’S BAKED BEANS

      Nessun commento su BARYLLI’S BAKED BEANS

This post is also available in: Deutsch (Tedesco)

di Gabriel Barylli

voto: 7

Barylli’s Baked Beans vuole essere proprio questo: una sorta di “manuale d’amore” universale che ci mostra tanti possibili scenari e altrettante soluzioni, ma che, tuttavia, non sembra credere molto in un “banale” lieto fine.

La storia di tutte le storie d’amore?

Ogni qualvolta una relazione finisce, solitamente, nessuno vuol più saperne dell’amore. O forse no? Eppure, agli inizi, tutto sembrava perfetto. Ne sanno qualcosa Martin (impersonato da Michael Dangl) e Maria (Isabel Scholz), che dopo tre anni di matrimonio decidono di divorziare. Ma cosa ha portato una coppia apparentemente molto innamorata a un epilogo così brusco? Lo scrittore, attore e regista Gabriel Barylli ha provato ad analizzare le relazioni sentimentali nel suo lungometraggio Barylli’s Baked Beans, realizzato nel 2011 e che in modo divertente e divertito prende in esame proprio la relazione tra i suddetti Martin e Maria.

I due protagonisti litigano furiosamente. Maria scappa in casa mentre Martin la insegue con una pistola. Una volta nell’appartamento, i due continuano a litigare, finché non partono quasi accidentalmente due colpi di pistola che uccidono entrambi. Nel frattempo, Andreas (impersonato dallo stesso Barylli) – amico di vecchia data di Martin – ha assistito alla scena, ma non sembra affatto sconvolto da quanto accaduto. Al contrario, quasi come se egli stesso non si trovasse nell’appartamento, si rivolge direttamente al pubblico e con leggerezza inizia a raccontarci come tutto ha avuto inizio, facendo, al contempo, alcune considerazioni sulle relazioni in generale.

Frizzante, ironico e leggero come una piuma, Barylli’s Baked Beans si distingue anche per una buona dose di cinismo. E la cosa funziona. Particolarmente interessante, a tal proposito, proprio il personaggio di Andreas, che ha deciso di non avere più a che fare con le donne e che preferisce trascorrere le sue giornate in compagnia di una bambola gonfiabile. Sarà lui a condurci per mano nel percorso di vita di Martin e Maria. Sarà lui, al contempo, a convincere il suo amico dapprima a non iniziare una nuova relazione e, successivamente, a tentare di salvare il proprio matrimonio. Per il resto tutto si svolge secondo un copione già più e più volte scritto.

Ciò che maggiormente contraddistingue questo singolare lungometraggio di Gabriel Barylli è innanzitutto l’eleganza della messa in scena. Le location sono essenziali, raffinate e curate fin nel minimo dettaglio. Capita spesso che i personaggi si trovino in un ambiente del tutto “neutrale”, sia esso un palcoscenico teatrale o, addirittura, una sala di un museo di arte contemporanea, in cui tutto è completamente bianco. La macchina da presa si concentra quasi esclusivamente sugli attori (e qui si vede la lunga esperienza di Barylli in ambito teatrale). I dialoghi sono fitti, l’intero lungometraggio si basa sulle parole e, a tal fine, l’intero cast si rivela perfettamente all’altezza della situazione. Tale approccio registico fortemente minimalista si rivela, così, la soluzione vincente e viene ulteriormente arricchito da un sapiente uso delle musiche: l’aria Voi che sapete da Le Nozze di Figaro di Mozart, così come La Habanera da La Carmen di Georges Bizet, ma anche l’intramontabile Que será, será, cantata per l’occasione dalla stessa Isabel Scholz, conferiscono al lungometraggio un tocco elegante e senza tempo.

E, di fatto, Barylli’s Baked Beans vuole essere proprio questo: una sorta di “manuale d’amore” universale che ci mostra tanti possibili scenari e altrettante soluzioni, ma che, tuttavia, non sembra credere molto in un “banale” lieto fine. Gabriel Barylli si rivela un narratore leggero e quasi onniscente e si inserisce perfettamente in questa commedia così personale, la quale diverte e fa riflettere, facendosi perdonare, così, anche una certa autoreferenzialità.

Titolo originale: Barylli’s Baked Beans
Regia: Gabriel Barylli
Paese/anno: Austria / 2011
Durata: 93’
Genere: commedia, sentimentale
Cast: Michael Dangl, Gabriel Barylli, Isabel Scholz, Sylvia Leifheit, Karin Koller
Sceneggiatura: Gabriel Barylli
Fotografia: Edwin Krieg
Produzione: Novotny & Novotny Filmproduktion

Info: la scheda di Barylli’s Baked Beans su iMDb; la scheda di Barylli’s Baked Beans sul sito della Austrian FIlm Commission