la-famiglia-trapp-in-america-1958-die-trapp-familie-in-amerika-liebeneiner-recensione

LA FAMIGLIA TRAPP IN AMERICA

      Nessun commento su LA FAMIGLIA TRAPP IN AMERICA

This post is also available in: Deutsch (Tedesco)

di Wolfgang Liebeneiner

voto: 5

Rispetto a La Famiglia Trapp si ha quasi l’impressione che La Famiglia Trapp in America viaggi quasi con il pilota automatico. Ciò che ha avuto successo nel primo film viene qui riproposto quasi fedelmente. La musica emoziona, ma non quanto dovrebbe e, allo stesso modo, i numerosi flashback che rimandano al lungometraggio del 1956 risultano eccessivamente posticci.

Lontano dall’Austria

Sono passati due anni. La Famiglia Trapp di Wolfgang Liebeneiner ha avuto un enorme successo anche al di fuori dei confini nazionali. La storia di questa numerosa famiglia di cantanti austriaci – i Trapp Family Singers, le cui vicende sono state precedentemente raccontate nell’omonimo romanzo proprio da Maria von Trapp – ha appassionato spettatori di tutte le età. Ma lo spettatore, si sa, spesso vuole sempre di più. E dopo aver visto come la famiglia Trapp è stata accolta negli Stati Uniti, è indubbiamente curioso di scoprire in che modo il gruppo di cantanti si sia rifatto una vita lontano da casa. Così, nel 1958, è stato realizzato La Famiglia Trapp in America, la cui regia è stata affidata sempre a Liebeneiner e in cui vediamo lo stesso cast che aveva contribuito a far sì che il precedente lungometraggio avesse avuto tanto successo.

Ci troviamo, dunque, negli Stati Uniti. Un piccolo bus che presenta l’iscrizione “The Trapp Family Singers” viaggia per le strade della città. A bordo di esso: l’intera famiglia Trapp, accompagnata dal loro amico e mentore Dr. Weisner (impersonato da Josef Meinrad). I bambini cantano una canzone tradizionale austriaca. L’atmosfera sembra serena, ma c’è qualcosa che preoccupa la loro madre Maria (Ruth Leuwerik). Potranno mai piacere al pubblico canti religiosi e canzoni popolari che nulla hanno a che vedere con la cultura del posto? Ai loro concerti, purtroppo, vanno solo pochissimi spettatori.

In La Famiglia Trapp in America, dunque, vediamo in che modo i nostri protagonisti si sono ambientati in un mondo totalmente nuovo e lontano da casa. Il senso di spaesamento, la forte nostalgia per la propria patria, ma anche un coraggioso ottimismo nonostante le difficoltà economiche fanno da perfetti protagonisti. Eppure, se pensiamo al lungometraggio La Famiglia Trapp, tutto cambia. E ciò riguarda soprattutto la struttura narrativa, che in questo secondo film risulta inevitabilmente più monotona e ripetitiva, malgrado qualche divertente gag e l’indubbia bravura dell’intero cast.

Rispetto a La Famiglia Trapp, dunque, si ha quasi l’impressione che La Famiglia Trapp in America viaggi quasi con il pilota automatico. Ciò che ha avuto successo nel primo film viene qui riproposto quasi fedelmente (vedi, ad esempio, la famiglia disposta a cantare in coro con Ruth Leuwerik che al termine della canzone guarda in macchina e si rivolge direttamente allo spettatore). La musica emoziona, ma non quanto dovrebbe e, allo stesso modo, i numerosi flashback che rimandano al lungometraggio del 1956 risultano eccessivamente posticci, a volte addirittura forzati. Peccato.

Capita, tuttavia, che quando un film ha avuto successo si senta la necessità di realizzarne un sequel. E, purtroppo, capita spesso anche che tale sequel si riveli del tutto inutile e privo di personalità. Questo è il caso, ad esempio, degli ultimi due film della fortunata saga dedicata alla Principessa Sissi (Ernst Marischka 1956 e 1957), così come del presente La Famiglia Trapp in America. Il pubblico vuole indubbiamente bene a questa simpatica famiglia di cantanti. Ma, come si suol dire, un bel gioco dura poco.

Titolo originale: Die Trapp Familie in Amerika
Regia: Wolfgang Liebeneiner
Paese/anno: Germania, Austria / 1958
Durata: 88’
Genere: drammatico, musicale, biografico
Cast: Ruth Leuwerik, Hans Holt, Josef Meinrad, Adrienne Gessner, Wolfgang Wahl, Peter Esser, Till Klockhow, Holger Hagen, Claus Lombard, Michael Ande, Knut Mahlke, Ursula Wolff, Angelika Werth, Monika Wolf, Ursula Ettrich, Monika Ettrich, Horst Tappert
Sceneggiatura: Herbert Reinecker
Fotografia: Werner Krien
Produzione: Divina-Film

Info: la scheda di La Famiglia Trapp in America su iMDb