mehrunisa-2020-kumar-recensione

MEHRUNISA

      Nessun commento su MEHRUNISA

This post is also available in: Deutsch (Tedesco)

di Sandeep Kumar

voto: 6.5

Mehrunisa è la storia di una battaglia. Un sogno che diventa realtà e due persone che vedranno le loro vite finalmente cambiare per sempre. E soprattutto due diverse generazioni che scoprono di avere molte più cose in comune di quanto inizialmente potesse sembrare. Alla Diagonale 2021.

Finalmente libera

Bollywood e il cinema austriaco si incontrano. Cosa ne verrà fuori? Il regista viennese Sandeep Kumar sapeva fin dall’inizio cosa voleva realizzare. E pur di arrivare al suo scopo ha affrontato un lungo viaggio fino in India con una troupe austriaca, al fine di scegliere un cast totalmente indiano. Così è nato il suo lungometraggio Mehrunisa, presentato in anteprima alla Diagonale 2021 e con protagonista la famosa attrice indiana Farrukh Jaffar.

Ma di cosa tratta, di fatto, il suo Mehrunisa? Mehrunisa è la storia di una rivincita. La storia di una donna che a ottant’anni e dopo essere rimasta vedova ricomincia finalmente a vivere. La storia di un’attrice che si ribella contro sistemi eccessivamente patriarcali. Un rapporto tra nonna e nipote che in qualche modo farà crescere entrambe.

Il marito di Mehrunisa è, dunque, morto da poco. Sua figlia e sua nipote vanno a trovarla. Poi, inaspettatamente qualcuno bussa alla sua porta. Si tratta di alcuni produttori cinematografici che vogliono offrirle una parte in un film incentrato sull’assedio di Lucknow nel 1857. La famiglia della donna non era affatto a conoscenza del fatto che ella prima di sposarsi era un’attrice. Che fare? Accettare la parte andando contro le convenzioni o trasferirsi a casa della figlia per non restare da sola? La vivace e intelligente Mehrunisa sembra non avere dubbi in merito.

Vivo, colorato, allegro ma anche profondo, questo lungometraggio di Sandeep Kumar attraverso la storia di una singola persona mette in scena un discorso ben più ampio. La protagonista ha costantemente sofferto a causa di un matrimonio patriarcale. Al punto da bruciare il suo letto nuziale in cortile subito dopo la morte del marito. Eppure il regista non si limita soltanto a puntare il dito contro una società estremamente maschilista. In questo suo tenero e “combattivo” film viene presa di mira anche Bollywood stessa, le sue regole, la sua riluttanza nell’assegnare suoli da protagoniste a donne. Soprattutto quando la protagonista stessa potrebbe essere una donna non più giovane.

Mehrunisa è la storia di una battaglia. Un sogno che diventa realtà e due persone che vedranno le loro vite finalmente cambiare per sempre. E soprattutto due diverse generazioni che scoprono di avere molte più cose in comune di quanto inizialmente potesse sembrare. Con una messa in scena che si discosta sotto molti aspetti dai canoni di Bollywood e che ricorda al contempo quasi il cinema statunitense, soprattutto per quanto riguarda il finale, Sandeep Kumar ha detto la sua. E anche se a volte l’intero lungometraggio può sembrare a tratti retorico e persino prevedibile, complessivamente la storia funziona. E nel lanciare un importante messaggio rivoluzionario risulta anche decisamente coraggiosa. I colori dell’India, di Bollywood, delle strade della città fanno da ulteriori protagonisti. E il tenero rapporto tra una nonna e una nipote rendono il tutto ancora più speciale.

Titolo originale: Mehrunisa
Regia: Sandeep Kumar
Paese/anno: Austria / 2020
Durata: 90’
Genere: drammatico
Cast: Farrukh Jaffar, Ankita Dubey, Tulika Banerjee
Sceneggiatura: Sandeep Kumar
Fotografia: Christian Haake
Produzione: Sandeep Kumar Films, Golden Girls Filmproduktion, Rangpaakhi Films

Info: la scheda di Mehrunisa sul sito della Diagonale; la scheda di Mehrunisa su iMDb