losgelassen-jugend-in-graz-1986-brueger-recensione

LOSGELASSEN – JUGEND IN GRAZ

      Nessun commento su LOSGELASSEN – JUGEND IN GRAZ

This post is also available in: Deutsch (Tedesco)

di Rene Brueger

voto: 7

La celebre Uhrturm sorveglia placida la capitale stiriana. Numerosi giovani vengono intervistati circa il loro quotidiano, le loro impressioni e la politica. Ognuno di loro ci mostra un diverso punto di vista. Ognuno di loro vive a modo suo la pittoresca città di Graz. Tutto questo accade nel documentario Losgelassen – Jugend in Graz di Rene Brueger, che va a completare il programma della prossima Diagonale 2021 – sezione Sehnsucht 2020 – Eine kleine Stadterzählung.

I gloriosi anni Ottanta

Il 16 marzo sarebbe dovuta iniziare la Diagonale 2021. Eppure questa singolare situazione che stiamo vivendo a causa della pandemia da Covid-19 ha fatto sì che la celebre manifestazione cinematografica fosse rinviato a giugno. Eppure, nonostante tutto, è possibile, di quando in quando, visionare alcuni cortometraggi e documentari che vanno a completare il programma del festival. Questo è il caso, ad esempio, del breve documentario Losgelassen – Jugend in Graz, diretto da Rene Brueger nel 1986, nonché prezioso documento che testimonia la vita dei giovani a Graz nella metà degli anni Ottanta.

Gli anni Ottanta, si sa, sono considerati da molti quasi alla stregua di un mito. Un’epoca in cui il fermento culturale era vivo e attivo, in cui artisti di tutto il mondo si sentivano liberi di esprimersi, in cui il cinema ci ha regalato grandi soddisfazioni. Ma sarà stato davvero così semplice essere giovani a Graz negli anni Ottanta?

La celebre Uhrturm sorveglia placida la capitale stiriana. Numerosi giovani vengono intervistati circa il loro quotidiano, le loro impressioni e la politica. Ognuno di loro ci mostra un diverso punto di vista. Ognuno di loro vive a modo suo quella che è considerata una delle capitali della cultura austriache. Eppure, nella ridente Graz, non sempre sembra esserci realmente posto per i giovani. C’è addirittura chi considera la città un luogo per pensionati, una sorta di “Pensiopolis”, una realtà da cui andare via al fine di trovare altrove una propria realizzazione.

Eppure la macchina da presa di Rene Brueger ci mostra tutt’altro: affollati café, discoteche piene di giovani pronti a scatenarsi sulle hit del momento, strade che pullulano di gente e ragazzi soliti incontrarsi al parco. Il risultato finale è un variopinto affresco di un mondo che non ci sembra poi tanto lontano. Di un mondo in cui si trovano parecchi parallelismi con i giorni nostri. Di un mondo che attraverso lo sguardo di Brueger ci appare estremamente vivo e pulsante.

La macchina da presa, dal canto suo, fa il resto. E ci regala sovente inquadrature ribaltate, immagini dai toni sgargianti e movimenti frenetici ulteriormente sottolineati da un sapiente montaggio. E il tutto, così, rispecchia alla perfezione la personalità dei giovani protagonisti, così pieni di vita, così desiderosi di far sentire le proprie voci, di conquistare il mondo, di scappare via lontano.

Non v’è tempo per momenti contemplativi, per lunghi silenzi o per semplici approfondimenti circa la vita di ognuno dei personaggi intervistati, in Losgelassen – Jugend in Graz. Allo stesso modo, questo documentario di Rene Brueger rispecchia appieno nello stile la cultura pop degli anni Ottanta e vede un suo compimento durante le scene girate all’interno di locali e discoteche, dove finalmente ci si sente liberi di sfogarsi, di fare nuove conoscenze, di regalarsi una semplice serata in totale relax. Senza pensare, per un momento, ai problemi del quotidiano, allo studio, al lavoro o a quanto, appunto, sia difficile essere giovani nel mondo in cui viviamo.

E così la Graz che viene messa in scena in Losgelassen – Jugend in Graz ci appare immediatamente una città piena di contraddizioni. Una città che ha troppo ma anche troppo poco da offrire. Una città che sullo schermo ci appare, oggi come oggi, più viva e variegata che mai.

Titolo originale: Losgelassen – Jugend in Graz
Regia: Rene Brueger
Paese/anno: Austria / 1986
Durata: 26’
Genere: documentario
Sceneggiatura: Rene Brueger
Fotografia: Josef Neuper, Franz Posch, Joe Malina
Produzione: pre tv

Info: la scheda di Losgelassen – Jugend in Graz sul sito della Diagonale