o-palmenbaum-2000-schwarzenberger-recensione

O PALMENBAUM

      Nessun commento su O PALMENBAUM

This post is also available in: Deutsch (Tedesco)

di Xaver Schwarzenberger

voto: 5.5

Si intuisce subito come O Palmenbaum non sia un lungometraggio dalle grandi pretese. Il suo scopo principale è quello di mettere in scena le bizzarre vicende delle famiglie Treichl/Moor, che tanto erano piaciute al pubblico in Single Bells. E la cosa, vista in quest’ottica, funziona, soprattutto se si pensa che, rispetto a numerosi altri sequel, non viene mai ripresa la struttura del precedente lungometraggio, al fine di crearne una sorta di copia carbone.

Palme addobbate a festa

A Natale, si sa, è tempo di stare in famiglia. Nel bene e nel male. Ma cosa accadrebbe se si dovesse decidere di passare le festività lontano dai propri cari, scegliendo una meta del tutto nuova, al fine di evitare situazioni imbarazzanti che, puntualmente, si verificano durante pranzi e cene con i parenti? Questo è quello che vorrebbero fare Kati (Martina Gedeck) e Jonas (Gregor Bloeb), che già avevamo conosciuto in Single Bells (1997) e che ritroviamo anche in O Palmenbaum , realizzato nel 2000, sempre per la regia di Xaver Schwarzenberger.

I personaggi, dunque, sono sempre gli stessi. Le problematiche e lo stress pre natalizio anche. Kati e Jonas – che in Single Bells si erano momentaneamente lasciati – hanno deciso di sposarsi durante la Vigilia di Natale, lontano da amici e parenti. Per questo motivo hanno prenotato un viaggio alle Mauritius, dove avranno modo di coronare il loro sogno d’amore. Nel momento, però, in cui Luise (Mona Seefried) viene a sapere la cosa, deciderà di unirsi a loro insieme alla sua famiglia, per non lasciare sola sua sorella il giorno del matrimonio. Alla comitiva si uniranno anche Lilibet (Johanna von Koczian), la mamma di Kati e Luise, e Maria (Inge Konradi), la suocera di Luise.

Come si suol dire, dunque, squadra vincente non si cambia. E non cambiano nemmeno le dinamiche famigliari, sebbene in questo O Palmenbaum i rapporti interpersonali puntino tutti verso soluzioni più concilianti e, se vogliamo, anche meno estreme e paradossali, fatta eccezione per varie “turbolenze” durante il volo di andata e un Gregor Bloeb a pois a causa di una improvvisa varicella.

Proprio come il precedente Single Bells, dunque, anche O Palmenbaum risente, tuttavia, di un’impronta eccessivamente televisiva, dove bravi interpreti – tra cui, in un cameo, vediamo anche Elisabeth Orth – devono spesso pronunciare battute a tratti superficiali e mai del tutto “nuove”.

Ma, si sa, spesso la televisione richiede determinati standard. Soprattutto quando si tratta di una commedia dai toni leggeri, il cui unico scopo è quello di intrattenere il pubblico durante le festività natalizie, tra un cenone e l’altro, tra un regalo e l’altro. E Xaver Schwarzenberger – insieme a sua moglie Ulrike, sceneggiatrice – ormai da anni si dedica a prodotti destinati al piccolo schermo, dove, malgrado un ottimo esordio al cinema nel 1983 con L’Oceano silenzioso, sembra trovarsi particolarmente a proprio agio.

Di conseguenza, si intuisce subito come O Palmenbaum non sia un lungometraggio dalle grandi pretese. Il suo scopo principale è quello di mettere in scena le bizzarre vicende delle famiglie Treichl/Moor, che tanto erano piaciute al pubblico in Single Bells. E la cosa, vista in quest’ottica, funziona, soprattutto se si pensa che, rispetto a numerosi altri sequel, non viene mai ripresa la struttura del precedente lungometraggio, al fine di crearne una sorta di copia carbone. Fatta eccezione, ovviamente, per una palma addobbata a mo’ di albero di Natale, alla quale, tuttavia, una pioggia improvvisa riserva un destino ben più felice rispetto a quanto era accaduto al suo “predecessore” in Single Bells.

Titolo originale: O Palmenbaum
Regia: Xaver Schwarzenberger
Paese/anno: Germania, Austria / 2000
Durata: 90’
Genere: commedia, corale
Cast: Inge Konradi, Johanna von Koczian, Mona Seefried, Erwin Steinhauer, Martina Gedeck, Gregor Bloeb, Mariella Hahn, Thomas Thurgar, Elisabeth Orth, Stephan Paryla, Proschat Madani, Michel Virginie, Kumar Swadesh, Sultan Beeharry, Advitiya Suraya Vishvasniya-Raho
Sceneggiatura: Ulrike Schwarzenberger
Fotografia: Xaver Schwarzenberger
Produzione: Bayerischer Rundfunk, TeamFilm Produktion, ORF

Info: la scheda di O Palmenbaum su iMDb