sotto-le-stelle-dellaustria-2020-presentazione-cinema-austriaco

SOTTO LE STELLE DELL’AUSTRIA 2020

      Nessun commento su SOTTO LE STELLE DELL’AUSTRIA 2020

Al via la rassegna Sotto le Stelle dell’Austria 2020. A Roma, presso il Forum Austriaco di Cultura, dal 30 giugno al 16 luglio 2020.

La natura, il cinema, un nuovo, entusiasmante inizio…

Il fresco e alberato viale Bruno Buozzi. I suggestivi giardini del Forum Austriaco di Cultura. E poi, non per ultimo, il Cinema. La magia del cinema sotto le stelle per alcuni tra i più interessanti lungometraggi prodotti in Austria nell’ultimo anno. Nei mesi scorsi ci sembrava quasi un sogno irrealizzabile potersi godere la visione di un film all’aperto in una calda serata d’estate. Eppure, finalmente, questo – seppur con le dovute precauzioni – è di nuovo possibile. E così, mai come quest’anno, arriva gradita come una ventata d’aria fresca la rassegna Sotto le Stelle dell’Austria 2020.

Giunta, quest’anno, alla sua ottava edizione, Sotto le Stelle dell’Austria 2020 – curata da Stefano Finesi e con il titolo La Sfida sostenibile – Umanità, Ambiente, Tecnologia – avrà come filo conduttore la sostenibilità ambientale e, pertanto, un’attenta selezione ci mostrerà alcuni tra i lungometraggi e documentari più pregnanti – e pregiati – incentrati sul tema.

Si parte, dunque, martedì 30 giugno – alle ore 21.00 e sempre nella suggestiva sede di viale Bruno Buozzi 113 – con la proiezione del documentario Sea of Shadows, prodotto nel 2019 da Leonardo Di Caprio e diretto dall’austriaco Richard Ladkani. Il presente documentario, già premiato al Sundance Festival 2019, è incentrato sulla questione riguardante la pesca illegale nel Mare di Cortez, che sta mettendo a repentaglio la più piccola balena esistente. Di fianco a un tema così spinoso, suggestive immagini di fondali marini riempiranno i nostri occhi fin dai primi minuti.

Sotto le Stelle dell’Austria 2020 ci darà nuovamente appuntamento mercoledì 1° luglio. In questa speciale occasione, dunque, avremo la possibilità di visionare Erde, ultima fatica del maestro Nikolaus Geyrhalter, già presentata, all’interno della sezione Forum, alla Berlinale 2019. Con Erde, dunque, inizieremo un lungo viaggio in ogni angolo del mondo, durante il quale avremo modo di vedere come l’uomo è solito sfruttare la terra e le sue risorse, spesso in modo eccessivamente sconsiderato e senza tenere conto delle dovute precauzioni da prendere.

Interessanti spunti di riflessione potranno nascere anche martedì 7 luglio, quando, dalle ore 21.00, verrà proiettato il documentario Anders essen – Das Experiment, per la regia di Kurt Langbein e Andrea Ernst. Partendo dal concetto che, se tutti mangiassimo come si suole fare in Occidente, sarebbero necessari ben due pianeti al fine di sfamarci tutti, il presente documentario ci mostra – attraverso un piccolo ma significativo esperimento – come è possibile migliorare il nostro impatto sull’ambiente in cui viviamo, anche solo modificando di poco le nostre abitudini alimentari.

Non deluderà le aspettative degli spettatori Little Joe, ultimo lungometraggio della celebre Jessica Hausner, già presentato al Festival di Cannes 2019 (dove la protagonista Emily Beecham ha ricevuto la Palma d’Oro alla Miglior Attrice), e finalmente proiettato al pubblico del Forum Austriaco di Cultura giovedì 9 luglio, sempre alle ore 21.00. Questo inquietante e magnetico thriller fantascientifico ci racconta le vicende di Alice, una scienziata che lavora in un laboratorio dove si cerca di creare uno speciale fiore in grado di rendere felici gli esseri umani. Ma dove porterà questa innaturale prepotenza con cui gli uomini si ostinano a manipolare la natura?

L’ultima settimana di Sotto le Stelle dell’Austria 2020, infine, ci riserverà due vere e proprie perle della cinematografia austriaca contemporanea. Lunedì 13 luglio, intanto, sarà la volta dell’appassionante e raffinatissimo documentario Robolove, già presentato alla Viennale 2019 e diretto dalla regista Maria Arlamovsky, intervistata per l’occasione da Cinema Austriaco. Il presente documentario ci mostra un possibile futuro prossimo, in cui i robot potranno vivere e lavorare quasi al pari di tutti gli esseri umani.

La rassegna si chiuderà, infine, giovedì 16 luglio, quando, alle ore 21.00, verrà proiettato il ricercato e disturbante The Trouble with being born, sorprendente opera seconda della giovane Sandra Wollner, già premiato alla Berlinale 2020. La storia messa in scena è quella di Elli, un’adolescente che passa le giornate sola con suo padre, tra un tuffo in piscina e dei giochi sempre meno innocenti. Ma c’è un dettaglio: l’uomo non è suo padre e Elli non è un essere umano. A cosa porterà questa insolita situazione?

Per scoprire, dunque, quali sorprese il cinema austriaco ha in serbo per noi, non resta che prendere parte a Sotto le Stelle dell’Austria 2020 e lasciarsi trasportare dalle tante, entusiasmanti storie raccontateci sul grande schermo.

Ovviamente, a causa della pandemia da Covid-19, saranno necessarie, quest’anno, alcune misure di sicurezza. E, a tal fine, pur restando l’ingresso sempre libero fino a esaurimento posti, sarà necessaria una prenotazione (massimo per due persone) tramite l’indirizzo e-mail rom-kf@bmeia.gv.at. Sarà possibile accedere alle proiezioni, in seguito, soltanto con l’uso di mascherina e con il distanziamento obbligatorio di almeno un metro tra uno spettatore e l’altro. All’ingresso verrà misurata la febbre a ogni partecipante e chiunque abbia una temperatura superiore ai 37.5° non avrà la possibilità di prendere parte alle proiezioni.

Prepariamoci, dunque, a un inizio estate all’insegna della sostenibilità ambientale e del buon cinema, per numerose storie destinate a restarci in mente per molto e molto tempo. E durante la rassegna Sotto le Stelle dell’Austria 2020 ce ne sarà davvero per tutti i gusti.

Di seguito, i film presenti.

Info: il sito ufficiale del Forum Austriaco di Cultura Roma