ausflug-zum-wolfgangsee-1966-aavv-recensione

AUSFLUG ZUM WOLFGANGSEE

      Nessun commento su AUSFLUG ZUM WOLFGANGSEE

di AAVV

voto: 7

In soli quattro minuti, Ausflug zum Wolfgangsee riesce perfettamente a fotografare una piccola realtà della Stiria, rendendole merito come si era soliti fare all’interno dei numerosi film turistici prodotti in Austria ogni anno. Il tutto per una suggestiva fotografia dai colori pastello.

Nelle terre di Mozart

Il Wolfgangsee è uno dei numerosi laghi della Stiria, il quale, lambendo con le sue acque numerose, piccole cittadine, dà vita a una sorta di scenografia perfetta che, ogni anno, attira numerosi turisti da tutte le parti del mondo. Non a caso tale location ha suscitato l’attenzione, nel corso degli anni, anche di diversi cineasti desiderosi di ambientarvi le proprie storie. E se pensiamo ai numerosi documentari turistici qui girati, impossibile non menzionare, appunto, Ausflug zum Wolfgangsee (tradotto letteralmente: “escursione al Wolfgangsee”), realizzato nel 1966 e recentemente riproposto al pubblico dal Filmarchiv Austria all’interno della rassegna Kino auf Sommerfrische.

Ausflug zum Wolfgangsee, dunque, inizia il suo breve giro dalla cittadina di St. Gilgen, che a suo tempo ha dato i natali addirittura alla madre di Mozart. Qui, ogni anno, numerose sono le manifestazioni e le feste di paese organizzate, brevi momenti delle quali ci sono dati da vedere all’interno di questo stesso documentario. E se, al contempo, importanti personaggi politici si accingono a salire a bordo del piroscafo Kaiser Franz Joseph, c’è anche chi, per contro, preferisce allontanarsi dal caos creato dai turisti e prendere il sole in solitaria campeggiando sulle sponde del lago.

In soli quattro minuti, dunque, Ausflug zum Wolfgangsee riesce perfettamente a fotografare questa piccola realtà della Stiria, rendendole merito come si era soliti fare all’interno dei numerosi film turistici prodotti in Austria ogni anno. Il tutto per una suggestiva fotografia dai colori pastello, tipica di questi piccoli film girati con pellicole Agfa.

Ci troviamo, dunque, a metà degli anni Sessanta. E anche se la Seconda Guerra Mondiale è finita ormai da diversi anni, il desiderio di puntare tutto sul territorio per ripartire ancora più forti di prima era sempre grande. Numerosi, dunque, erano i documentari turistici pensati per una breve proiezione cinematografica antecedente lo spettacolo vero e proprio. E insieme al presente Ausflug zum Wolfgangsee, molti altri lavori del genere venivano distribuiti, all’epoca, all’interno del paese e, spesso, anche al di fuori dei confini nazionali.

Molti di questi documentari, purtroppo, al giorno d’oggi sono andati ormai perduti. Eppure, ciò che ne è rimasto è stato conservato e restaurato dal Filmarchiv Austria, per migliaia e migliaia di pellicole che si fanno immediatamente immagine di un’epoca particolarmente viva e variegata per l’intera cinematografia austriaca, all’interno della quale numerose erano, ormai, le correnti cinematografiche che, in un modo o nell’altro, erano alla costante ricerca di nuovi linguaggi e di nuove strade da percorrere. E il fatto che, ancora al giorno d’oggi e a partire dal secondo dopoguerra l’Austria sia un paese particolarmente prolifico per quanto riguarda il cinema sperimentale, ne è un esempio lampante.

Titolo originale: Ausflug zum Wolfgangsee
Regia: AAVV
Paese/anno: Austria / 1966
Durata: 4’
Genere: documentario
Sceneggiatura: AAVV
Fotografia: AAVV
Produzione: AAVV

Info: il sito ufficiale del Filmarchiv Austria