kurort-baden-bei-wien-1921-koefinger-recensione

KURORT BADEN BEI WIEN

      Nessun commento su KURORT BADEN BEI WIEN

di Karl Köfinger

voto: 7

Quando oggi visioniamo un lavoro come Kurort Baden bei Wien, ci rendiamo conto di quanto lo stesso sia un prezioso documento di un’epoca passata. Un’epoca – a cavallo tra le due guerre – in cui si cercava in tutti i modi di tornare a una vita normale. Un’epoca in cui – sebbene con un certo ritardo rispetto al resto del mondo – anche in Austria, ormai, il cinema si era largamente diffuso.

In vacanza alle terme

C’è una serie di brevi film – girati in Austria dagli anni Venti ai primi anni Trenta – pensati esclusivamente per mostrare la bellezza di alcuni luoghi e alcune regioni. Tali film sono stati girati, a loro tempo, dal regista Karl Köfinger, tra i pionieri del cinema austriaco, il quale, spesso e volentieri, ha addirittura realizzato dei brevi film per conto delle poste austriache, viaggiando, con la sua macchina da presa, a bordo di veicoli postali a motore. Di questi film fa parte anche Kurort Baden bei Wien (tradotto letteralmente: “stazione termale di Baden nei pressi di Vienna”), realizzato nel 1921.

Il presente Kurort Baden bei Wien – presentato dal Filmarchiv Austria all’interno della rassegna Kino auf Sommerfrische – è considerato, al giorno d’oggi, il primo, importante film atto a documentare la quotidianità nel centro termale di Baden, a sud di Vienna. Numerose immagini di pazienti e visitatori che affollano ora le piscine, ora i vari locali della stazione termale stanno a vivacizzare l’intero film. Allo stesso modo, scene girate ora in notturna, ora in diurna – sapientemente colorate come era soliti fare nella gloriosa epoca del muto – riescono a trasmettere allo spettatore un senso di tranquillità con anche un gradito pizzico di ironia.

Registicamente parlando, questo Kurort Baden bei Wien risulta piuttosto elementare: Karl Köfinger, dal canto suo, opta principalmente per inquadrature statiche, rigorosamente a camera fissa, fatta eccezione, ovviamente, per i momenti in cui è la macchina da presa stessa a essere posta su dei veicoli o per brevi, sporadiche panoramiche. Ma se si pensa che il presente lavoro è stato realizzato nel 1921 – quando nel resto del mondo la settima arte si era evoluta parecchio velocemente ed erano stati sperimentati ormai diversi modi di intendere il cinema stesso – ci rendiamo conto come questo lavoro di Köfinger possa sembrare, a tratti, un po’ anacronistico e poco al passo con i tempi.

Ciò si può dedurre, di fatto, non soltanto da un approccio documentaristico che ricorda da vicino i primi film dei fratelli Lumière (impossibile non notare, a tal proposito, la citazione al celeberrimo L’Arrivo di un Treno alla Stazione di La Ciotat, nel momento in cui vediamo arrivare nella stazione di Baden la Südbahn), ma anche dalle numerose didascalie presenti, a tratti, forse, eccessivamente ridondanti.

Ma tant’è. In fin dei conti, quando oggi visioniamo un lavoro come il presente Kurort Baden bei Wien, ci rendiamo comunque conto di quanto lo stesso sia un prezioso documento di un’epoca passata. Un’epoca – a cavallo tra le due guerre – in cui si cercava in tutti i modi di tornare a una vita normale, a una vita serena e tranquilla. Un’epoca in cui – sebbene con un certo ritardo rispetto al resto del mondo – anche in Austria, ormai, il cinema si era largamente diffuso.

E, in fin dei conti, non si può non riconoscere al presente lavoro di Karl Köfinger anche una certe delicatezza e un certo lirismo di fondo. Soprattutto quando vediamo un gruppo di bambini che giocano spensierati all’interno di un cortile o una coppia di fidanzati chiacchierare osservando le colline che circondano Baden in un caldo pomeriggio d’estate.

Titolo originale: Kurort Baden bei Wien
Regia: Karl Köfinger
Paese/anno: Austria / 1921
Durata: 7’
Genere: documentario
Sceneggiatura: Karl Köfinger
Fotografia: Karl Köfinger
Produzione: Ing. Köfinger-Film

Info: il programma Kino auf Sommerfrische sul sito del Filmarchiv Austria; la scheda di Kurort Baden bei Wien su www.yumpu.com