lonely-together-2019-zu-zweit-allein-koder-recensione

LONELY TOGETHER

      Nessun commento su LONELY TOGETHER

di Sabine Koder

voto: 7

Ricorda molto i film della Nouvelle Vague, questo piccolo e tenero Lonely together. Allo stesso modo, i dialoghi, apparentemente superficiali, acquistano pian piano una complessa profondità che, unita a una meticolosa indagine introspettiva dei personaggi, vede la messa in scena di un momento drammatico raccontata in modo lieve, garbato, con anche graditi espedienti comici.

Domicilio coniugale

La vita di coppia: gioia e dolore per chi la vive ogni giorno. Eppure, di fianco a coppie decisamente male assortite, vi sono anche coppie in cui tutto funziona come dovrebbe e che non potrebbero mai dividersi. Nemmeno a causa di frequenti – ma innocenti – litigi. Questo, ad esempio, è il caso di Nina e Karl, protagonisti del lungometraggio Lonely together (titolo originale: Zu zweit allein), diretto da Sabine Koder e che avrebbe dovuto far parte della selezione della Diagonale 2020, ma che, in seguito alla cancellazione del festival, è stato inserito all’interno del programma Diagonale 2020 – Die Unvollendete.

Nina (impersonata da Eva Bay) e Karl (Tom Lass), dunque, stanno insieme da molti anni e, anche se sono sostanzialmente diversi l’uno dall’altra, la loro relazione funziona. Eppure i due discutono spesso circa la loro effettiva compatibilità, non sapendo che nessuno dei due potrebbe, in realtà, stare senza l’altro. Eppure, un giorno, Nina, dopo aver avuto un crollo nervoso nella scuola in cui insegna, se ne va improvvisamente di casa e, rifugiandosi in un vecchio camper, fa amicizia con la frizzante Lou, che da parecchi anni vive lì dentro. Karl, dal canto suo, non smetterà mai di cercarla, grazie anche all’aiuto di un suo nuovo amico.

Bianco e nero e una fotografia dai colori tenui si alternano in continuazione nel presente Lonely together. E se il bianco e nero sta, di fatto, a indicare il passato in comune dei due protagonisti, ben presto esso inizia a simboleggiare anche una strana sensazione di claustrofobia vissuta da Nina prima di rendersi conto dell’importanza della quotidianità e del grande valore del suo rapporto con Karl.

Ricorda molto i film della Nouvelle Vague, questo piccolo e tenero lungometraggio di Sabine Koder. Allo stesso modo, i dialoghi, apparentemente superficiali, acquistano pian piano una complessa profondità che, unita a una meticolosa indagine introspettiva dei personaggi, vede la messa in scena di un momento drammatico raccontata in modo lieve, garbato, con anche graditi espedienti comici al proprio interno. Al via, dunque, momenti di scanzonata libertà in cui intere pizze vengono rubate dai piatti di sconosciuti e diversi rotoli di carta igienica vengono srotolati all’interno della scuola in cui lavora Nina. Perché, di fatto, imparare a crescere significa anche non smettere mai di essere bambini e di fare alcune cose soltanto per il gusto di trasgredire.

E Sabine Koder, dal canto suo, ha dimostrato di conoscere molto bene l’argomento, qui trattato con grande padronanza grazie anche a uno script ineccepibile e, soprattutto, a prove attoriali di interpreti perfettamente in grado di cambiare registro da un momento all’altro.

E così, il presente Lonely together – fresco e lieve come una ventata di brezza primaverile – si rivela un lavoro sì in grado di intrattenere piacevolmente per poco meno di un’ora e mezza, ma anche in grado di far riflettere, per un vero e proprio inno alla vita e all’importanza dei veri valori. Attingendo, dunque, a piene mani da quanto già realizzato in passato, Sabine Koder è riuscita, allo stesso tempo, a dar vita a qualcosa di intimo e personale. Per prendere le cose sul serio c’è sempre tempo. Ma a volte è anche il momento di non pensare a nulla, pronti per dare una svolta di punto in bianco alla propria vita. Magari anche a bordo di un camper diretto verso l’Italia.

Titolo originale: Zu zweit allein
Regia: Sabine Koder
Paese/anno: Germania, Austria / 2019
Durata: 82’
Genere: sentimentale
Cast: Eva Bay, Tom Lass, Anne Haug, Johannes Dullin, Tim Seyfi, Miguel Abrantes Ostrowski, Sophie Meinecke, Jochen Strodthoff
Sceneggiatura: Sabine Koder
Fotografia: Noah Schuller
Produzione: Elfenholz Film

Info: la scheda di Lonely together sul sito della Diagonale; la scheda di Lonely together su iMDb