bora-stories-of-a-wind-2019-bora-geschichten-eines-windes-poetscher-recensione

BORA – STORIES OF A WIND

      Nessun commento su BORA – STORIES OF A WIND

di Bernhard Pötscher

voto: 7

In Bora – Stories of a Wind, il regista Bernhard Pötscher ha optato per un approccio registico del tutto semplice e lineare, privo di ogni superfluo virtuosismo, lasciando semplicemente che fosse il mondo presentatosi davanti ai propri occhi (e davanti all’obiettivo della sua macchina da presa) a parlargli e a mostrarsi così com’è. Alla Viennale 2019.

Il vento che accarezza l’erba

Quanta importanza può avere un vento, per quanto riguarda la storia e l’identità stessa di una nazione? A tale domanda ha provato a rispondere il documentarista Bernhard Pötscher con il suo Bora – Stories of a Wind (titolo originale: Bora – Geschichten eines Windes), presentato in anteprima mondiale alla Viennale 2019. Un lavoro, il presente, che si presenta come un vero e proprio viaggio lungo le coste della Croazia, dove la Bora ha da sempre avuto una forte influenza sulla vita degli abitanti del luogo.

E così, recatosi nella piccola cittadina di Senj, Pötscher ha catturato, con la sua macchina da presa, i più importanti momenti della vita quotidiana, per un lavoro che è stato girato nel corso di diversi anni, al fine di attendere la tanto rinomata Bora, con tutte le conseguenze che la stessa è solita portare. Eppure, soltanto trascorrendo parecchio tempo in una cittadina come quella in cui il regista si è recato, si può davvero comprendere appieno l’essenza non solo del suo popolo, ma anche la sua storia e le sue condizioni di vita non sempre facili.

Non stupisce, dunque, che in Bora – Stories of a Wind gran parte degli abitanti intervistati siano anziani. Perché, di fatto, data la difficoltà del posto di vivere di solo turismo, i giovani sono tutti andati via. Ed ecco che, improvvisamente, questa piccola cittadina sembra assumere tutte le caratteristiche di un luogo in cui il tempo sembra essersi fermato. A contribuire a tale impressione, numerose fotografie in bianco e nero (appese ai muri di negozi e abitazioni), atte a testimoniare bombardamenti avvenuti durante la Seconda Guerra Mondiale, così come danni causati dalla stessa Bora.

Nel corso degli anni che, inevitabilmente, portano con loro numerosi cambiamenti, l’unico punto fermo per gli abitanti di Senj pare essere, dunque, proprio la Bora. Ad essa sono state dedicate, in passato, numerose poesie e canzoni, in cui viene raffigurata quasi come una musicista, la quale, a seconda del luogo in cui soffia, pare suonare, di volta in volta, uno strumento diverso. Ad accompagnarla in questo dolce concerto, immense distese di verde, onde in tumulto, ma anche alberi e oggetti che, per le strade della città, vengono trascinati via lontano.

Bernhard Pötscher, dal canto suo, ha optato per un approccio registico del tutto semplice e lineare, privo di ogni superfluo virtuosismo, lasciando semplicemente che fosse il mondo presentatosi davanti ai propri occhi (e davanti all’obiettivo della sua macchina da presa) a parlargli e a mostrarsi così com’è. E tale scelta si è rivelata, nel presente caso, più che mai azzeccata. Bora – Stories of a Wind si distingue, dunque, per il suo spiccato lirismo e per la sua delicatezza di fondo nel dipingere un variopinto affresco di un popolo che continua, nonostante tutto, a ricordare continuamente la propria storia e a custodire le proprie tradizioni gelosamente.

E se, sul versante della costa italiana, v’è addirittura un luogo in cui, in barattoli di vetro, vengono conservati venti di tutto il mondo, durante i mesi estivi, in Croazia, la vita si fa via via sempre più frenetica, tra alcuni giovani che si divertono a tuffarsi in mare e altri a scatenarsi, di notte, in discoteca. Ma quando arriva l’inverno, però, il vento è così forte che tutti restano chiusi in casa e l’unica voce che possiamo sentire è proprio quella della Bora. Vera e propria colonna sonora del presente Bora – Stories of a Wind.

Titolo originale: Bora – Geschichten eines Windes
Regia: Bernhard Pötscher
Paese/anno: Austria / 2019
Durata: 88’
Genere: documentario
Sceneggiatura: Bernhard Pötscher, Bernadette Weigel
Fotografia: Bernhard Pötscher
Produzione: Bernhard Pötscher Filmproduktion

Info: la scheda di Bora – Stories of a Wind sul sito della Viennale