archivio

ARCHIVIO

      Nessun commento su ARCHIVIO

Il presente archivio si pone come una necessaria linea guida, una bussola per orientarsi all’interno della cinematografia austriaca, ripercorrendo, decennio per decennio, oltre un secolo di cinema.

Perché creare un archivio?

Sin da quando i fratelli Lumière, nel 1895, hanno inventato il cinematografo, di lungometraggi – e anche di cortometraggi – se ne sono realizzati a bizzeffe. Persino in Austria, dove, a dispetto di quanto sia stato distribuito al di fuori dei confini nazionali, la produzione cinematografica è stata fin da subito piuttosto ricca e prolifica. Malgrado i non sempre facili periodi storici attraversati.

Ed ecco che, di fatto, un archivio, a tal punto, si fa più che necessario. Necessario a raggruppare, di volta in volta, i lungometraggi presi in esame per annate, così come necessario ad aiutare i lettori a orientarsi tra le pagine del sito stesso.

All’interno del presente archivio, dunque, sarà possibile consultare tutti i titoli prodotti in Austria recentemente, così come fare veri e propri salti temporali da un decennio all’altro, lasciandosi affascinare dai nostalgici lungometraggi risalenti all’epoca del muto, per poi ripercorrere, passo dopo passo, oltre un secolo (per la precisione, più di centoventi anni) di storia del cinema.

Da grandi classici del passato come The City without Jews (Die Stadt ohne Juden) del 1924, ai lungometraggi maggiormente noti al di fuori dei confini austriaci comprendenti, tra gli altri, la trilogia dedicata a Elisabetta d’Austria, che ha inizio con La Principessa Sissi e realizzata tra il 1955 e il 1957 da Ernst Marishka, fino, non per ultimi, ai lavori dei cineasti austriaci maggiormente noti, al giorno d’oggi, a livello internazionale, tra cui troviamo Michael Haneke, Ulrich Seidl, ma anche Barbara Albert, Jessica Hausner e il documentarista Nikolaus Geyrhalter.

In parole povere, il presente archivio si pone l’obiettivo di fornire a chiunque abbia voglia di curiosare qua e là all’interno della storia del cinema austriaco, una semplice ma – ci auguriamo – funzionale bussola. Una sorta di linea guida alla scoperta di una cinematografia molto più prolifica e variegata di quanto si possa pensare.