Categoria: Saggi

louise-kolm-fleck-instancabile-pioniera-cinema-austriaco

LOUISE KOLM-FLECK – INSTANCABILE PIONIERA

Dopo la francese Alice Guy-Blanché, la seconda regista donna nella storia della settima arte – anch’ella figura assai di rilievo – è stata proprio un’austriaca. Stiamo parlando di Louise Kolm-Fleck, la quale, a suo tempo, ha contribuito a far sì che l’Austria stessa iniziasse ad avere una propria identità anche all’interno del panorama cinematografico di tutto il mondo.

hedy-lamarr-da-algida-attrice-a-geniale-inventrice-cinema-austriaco

HEDY LAMARR – DA ALGIDA ATTRICE A GENIALE INVENTRICE

In occasione della pre-apertura della 76° Mostra d’Arte Cinematografica di Venezia, verrà proiettato il lungometraggio Estasi, coproduzione del 1933 tra Cecoslovacchi e Austria per la regia di Gustav Machaty, che a suo tempo fece a dir poco scandalo. Merito del suo successo, (anche) una giovanissima Hedy Lamarr. Ma chi era, di fatto, questa Hedy Lamarr? Non fu soltanto la sua carriera di attrice a far sì che la stessa passasse alla storia, infatti è anche grazie a questa straordinaria personalità che tutti noi, al giorno d’oggi, possiamo usufruire di quella comoda invenzione chiamata wi-fi.

oskar-werner-indimenticabile-ribelle-cinema-austriaco

OSKAR WERNER – INDIMENTICABILE RIBELLE

Vera e propria icona del cinema austriaco e internazionale, Oskar Werner, oltre che per il suo grandissimo talento, era noto anche per il suo carattere deciso e a volte irascibile. Malgrado la sua prematura scomparsa, egli, ancora oggi, viene ricordato come una delle personalità più interessanti degli scorsi decenni, nell’ambito della settima arte.

IL CINEMA D’ANIMAZIONE AUSTRIACO – L’ARTE INVISIBILE

Se pensiamo al cinema d’animazione austriaco, particolarmente significativa è la dichiarazione dell’artista Stefan Stratil “ L’Austria è una nazione di film d’animazione senza film d’animazione”. In poche parole: tra tutti i possibili generi cinematografici, quello d’animazione risulta, al giorno d’oggi, in Austria, il meno trattato. Almeno all’apparenza.

heinz-hanus-le-origini-di-una-cinematografia-per-un-grande-mistero

HEINZ HANUS – LE ORIGINI DI UNA CINEMATOGRAFIA PER UN GRANDE MISTERO

Con una durata di circa trentacinque minuti, Von Stufe zu Stufe, primo film austriaco della storia del cinema, per la regia di Heinz Hanus, è stato proiettato per la prima volta nel 1908. Eppure, il tutto resta ancora oggi avvolto nel mistero. Che, infatti, tale film sia andato purtroppo perduto, è una cosa che si può facilmente immaginare. Eppure, malgrado quanto raccontato dallo stesso Heinz Hanus e da altri personaggi, non vi sono, al giorno d’oggi, alcune testimonianze sulle riviste dell’epoca riguardanti le suddette proiezioni.

helmut-berger-la-caduta-di-un-dio-cinema-austriaco

HELMUT BERGER – LA CADUTA DI UN DIO

Su Helmut Berger, nel corso degli anni, è stato detto davvero tanto. Non si possono non ricordare, a tal proposito, le parole del regista Billy Wilder (suo connazionale):”È curioso che il più grande attore italiano sia un austriaco”, o di Paul Morrissey:”A parte Helmut Berger, non ci sono più belle donne”. Ma chi è, di fatto, Helmut Berger?

lang-haneke-fuori-campo-cinema-austriaco

DA LANG A HANEKE – LA POTENZA DEL FUORI CAMPO

Fritz Lang/Michael Haneke. Due nomi che – fatta eccezione per il loro paese d’origine (l’Austria, appunto) – sembrano avere ben poco in comune. Soltanto all’apparenza, però. Se, infatti, il primo ha sin da subito tentato nuove strade, nuove forme del linguaggio cinematografico, è anche vero che il secondo di tali sperimentazioni ha beneficiato a tal punto da farle completamente sue, creando, così, uno stile del tutto personale e inconfondibile.