oesterreichische-alpenbahnen-eine-fahrt-nach-mariazell-1910-recensione

ÖSTERREICHISCHE ALPENBAHNEN. EINE FAHRT NACH MARIAZELL

di AAVV

voto: 7.5

Österreichische Alpenbahnen. Eine Fahrt nach Mariazell (tradotto letteralmente: “ferrovie alpine austriache. Una gita a Mariazell”), girato nel 1910, nonché una delle pietre miliari del cinema austriaco delle origini, vede per la prima volta piccoli movimenti di macchina, per una regia che, sebbene decisamente essenziale, ci appare molto più consapevole rispetto a quanto si era visto appena pochi anni prima. Alla Viennale 2019, all’interno della retrospettiva dedicata a Louise Kolm-Fleck.

Una piccola cittadina tra le Alpi

Uno dei più celebri prodotti cinematografici realizzati in Austria agli inizi del Novecento è indubbiamente il documentario Österreichische Alpenbahnen. Eine Fahrt nach Mariazell (tradotto letteralmente: “ferrovie alpine austriache. Una gita a Mariazell”), girato nel 1910 da autori non comparenti nei crediti e prodotto dalla pioniera Louise Kolm-Fleck, per la Österreichisch-Ungarische Kino-Industrie. Il presente lavoro, dunque, è stato riproposto al pubblico in occasione della Viennale 2019, all’interno della retrospettiva dedicata proprio a Louise Kolm-Fleck.

Considerato una delle pietre miliari del cinema austriaco delle origini, Österreichische Alpenbahnen. Eine Fahrt nach Mariazell nasce appena due anni dopo che il promo film austriaco (Von Stufe zu Stufe di Heinz Hanus) fu realizzato. E se, dunque, in Austria si arriva evidentemente molti anni dopo l’invenzione del cinematografo a produrre i primi film, per un approccio registico alquanto maldestro e macchine da presa ancora troppo rudimentali e pesanti per essere spostate, il presente lavoro vede per la prima volta alcuni piccoli movimenti di macchina, per una regia che, sebbene ancora decisamente essenziale, ci appare, di fatto, molto più consapevole rispetto a quanto si era visto appena pochi anni prima.

Con una macchina da presa inizialmente posta su di un treno, dunque, Österreichische Alpenbahnen. Eine Fahrt nach Mariazell si apre con una bella vista su suggestivi paesaggi alpini intorno ai binari su cui viaggia il suddetto treno. E così, tutt’a un tratto, diventiamo noi stessi passeggeri diretti alla meta di Mariazell, per una serie di inquadrature che ci mostrano, di volta in volta, scorci diversi.

Un lavoro, il presente, che, durante la seconda parte, si concentra esclusivamente sull’architettura del posto, azzardando riuscite panoramiche e che – con una regia ben studiata – pone i punti macchina di volta in volta sempre più lontano dagli edifici del paese, fino ad arrivare nella montagna situata dirimpetto, per un ultimo scorcio della suggestiva Mariazell in tutta la sua interezza.

Durante la visione di Österreichische Alpenbahnen. Eine Fahrt nach Mariazell, tra l’altro, v’è un ulteriore particolare che salta agli occhi, ossia le diverse colorazioni che, di volta in volta, assumono le inquadrature. La presente era un’operazione assai frequente negli anni Dieci e prevedeva la colorazione delle pellicole tramite una tecnica chiamata “virage”, che vedeva l’immersione delle stesse in particolari coloranti all’anilina. In seguito a ciò, dunque, si poteva scegliere, di volta in volta, un diverso colore a seconda del giorno, della notte, a seconda della drammaticità di alcuni momenti o di scene particolarmente divertenti. Stesso discorso, dunque, vale per Österreichische Alpenbahnen. Eine Fahrt nach Mariazell, in cui, soprattutto durante la parte riguardante il viaggio, presenta ora colori virati al rosso, ora al blu, al fine di indicare le diverse fasi della giornata.

Ultima considerazione. È piuttosto curioso notare come, una volta arrivati in stazione, la macchina da presa dei coniugi Fleck sia stata posta proprio di fianco ai binari, al fine di riprendere un treno appena arrivato a destinazione. E dunque, ecco che immediatamente ci torna alla mente il celeberrimo Arrivée d’un Train en Gare de La Ciotat dei fratelli Lumière (1895), che tanto aveva terrorizzato gli spettatori dell’epoca, decisamente spaventati dal treno che sembrava volerli travolgere. A questo punto, una domanda viene spontanea: avranno per caso reagito allo stesso modo gli spettatori in Austria, durante la visione di questo Österreichische Alpenbahnen. Eine Fahrt nach Mariazell?

Titolo originale: Österreichische Alpenbahnen. Eine Fahrt nach Mariazell
Regia: AAVV
Paese/anno: Austria / 1910
Durata: 6’
Genere: documentario
Sceneggiatura: AAVV
Produzione: Österreichisch-Ungarische Kino-Industrie

Info: la scheda di Österreichische Alpenbahnen. Eine Fahrt nach Mariazell sul sito della Viennale