viennale-2019-presentazione-cinema-austriaco

VIENNALE 2019

      Nessun commento su VIENNALE 2019

Accade a Vienna che…

Finalmente ci siamo. A breve prenderà il via la tanto attesa Viennale 2019, il festival cinematografico più importante di tutta l’Austria, nonché il più antico dei paesi di lingua tedesca, il quale, a partire dal 1960, contribuisce al prestigio della città di Vienna, intrattenendo spettatori di tutto il mondo nei suggestivi cinema del centro storico.

Anche quest’anno, dunque, come ogni anno, la selezione dei film – tra lungometraggi e cortometraggi provenienti da tutto il mondo – ci sembra più appetibile che mai. E se questa Viennale 2019 – che avrà luogo dal 24 ottobre al 6 novembre, per il secondo anno sotto la direzione artistica di Eva Sangiorgi – vanta titoli del calibro di A hidden Life di Terrence Malick, Two Moons di James Benning, Marriage Story di Noah Baumbach, Varda par Agnès, ultimo documentario dell’indimenticata Agnès Varda, Ema di Pablo Larrain e La Gomera di Corneliu Porumboiu, oltre ai nostrani Il Traditore di Marco Bellocchio e La Mafia non è più quella di una Volta di Franco Maresco (giusto per fare qualche titolo), di certo presenta un palinsesto altrettanto interessante anche per quanto riguarda il cinema austriaco.

Impossibile non pensare, a tal proposito, a Little Joe, ultima fatica firmata Jessica Hausner, presentato in concorso al Festival di Cannes 2019 (dove ha vinto il premio alla Miglior Interpretazione Femminile la protagonista Emiy Beecham), nonché uno dei titoli di maggior richiamo di tutta la Viennale 2019 (almeno per quanto riguarda i lungometraggi di produzione austriaca, s’intende). Ma non è tutto. Se, infatti, ci lasceremo trasportare volentieri dalle vicende di una simpatica cagnolina lanciata nello spazio (durante la visione del documentario Space Dogs di Elsa Kremser e Levin Peter), sarà altrettanto interessante scoprire le opere – dal nostalgico sapore di una volta – dell’artista Daniel Spoerri, protagonista del documentario This Movie is a Gift, per la regia di Anja Salomonowitz, o anche vedere in che modo, al giorno d’oggi, i robot sono in grado di sostituire l’essere umano (persino per quanto riguarda le relazioni cosiddette “amorose”) con il documentario Robolove, diretto da Maria Arlamovsky.

Oltre, dunque, a un copioso numero di pellicole provenienti da ogni angolo del globo, in questa Viennale 2019 particolarmente degne di nota sono le numerose retrospettive e monografie organizzate per l’occasione: dalla retrospettiva O’ Partigiano!, fino alle curate monografie dedicate alla documentarista Cecilia Mangini, al regista tunisino Ala Eddine Slim, alla regista tedesca Angela Schanelec e, non per ultima, alla pioniera del cinema austriaco e mondiale Louise Kolm-Fleck, la quale, insieme a suo marito Jakob Kolm, si è distinta come una delle figure più rilevanti dell’Austria e della Germania degli anni Dieci e Venti.

In poche parole, in questa Viennale 2019 ce ne sarà davvero per tutti i gusti. Un programma troppo ricco? Probabilmente, l’unico rammarico è non poter godere (per naturali motivi di tempistiche) di tutti i lungometraggi selezionati, ognuno di loro, almeno sulla carta, di altissima qualità. Ad ogni modo, sarà un piacere lasciarsi trasportare da tutto ciò che, ogni giorno, accadrà nelle comode sale del Gartenbaukino, dell’Urania Kino, del Metro Kinokulturhaus, dello Stadtkino e, non per ultimo, dell’Österreichisches Filmmuseum.

Ed ecco che, finalmente, a breve entreremo nel vivo di questa promettente Viennale 2019. A breve le luci si spegneranno e sul grande schermo prenderanno il via numerose storie di cui, probabilmente, non ci dimenticheremo tanto presto. Tra una storia e l’altra, magari ci si potrà prendere un bel gelato da Zanoni, volgendo, di quando in quando, uno sguardo nostalgico verso il posto che fino a pochi mesi fa era sede della storica videoteca Satyr Filmwelt. Oppure, ripensando a tutti i film appena visti, ci si potrà perdere tra i freschi viali del Prater, vero grande simbolo della splendida città di Vienna.

Di seguito, le recensioni dei film austriaci presenti alla Viennale 2019.

Info: il sito ufficiale della Viennale