Novità

superegos-2014-ueber-ich-und-du-heisenberg-recensione

SUPEREGOS

cinema-e-fabbriche-1-parte-cinema-austriaco

CINEMA E FABBRICHE – 1° PARTE

klaus-maria-brandauer-o-lo-si-odia-o-lo-si-ama-cinema-austriaco

KLAUS MARIA BRANDAUER – “O LO SI ODIA O LO SI AMA”

falling-2006-fallen-albert-recensione

FALLING

Storia

Recensioni

superegos-2014-ueber-ich-und-du-heisenberg-recensione

SUPEREGOS

Quello a cui assistiamo in Superegos è un vero e proprio crescendo. Di emozioni e di situazioni estreme. E il lungometraggio – che si basa soprattutto sulle ottime performance di André Wilms e di Georg Friedrich – non perde di credibilità, ma, al contrario, forte di uno script che non ha particolari pretese se non quelle di ridere su ciò che ha reso “celebri” nazioni come l’Austria e la Germania, riesce a mantenere un buon ritmo per tutta la sua durata. Persino quando il finale sembra un po’ troppo frettoloso.

falling-2006-fallen-albert-recensione

FALLING

mascherata-1934-maskerade-forst-recensione

MASCHERATA

quo-vadis-aida-2020-zbanic-recensione

QUO VADIS, AIDA?

Festival

Speciali

klaus-maria-brandauer-o-lo-si-odia-o-lo-si-ama-cinema-austriaco

KLAUS MARIA BRANDAUER – “O LO SI ODIA O LO SI AMA”

Per il suo portare in scena personaggi a loro modo estremi, Klaus Maria Brandauer riesce a essere ora respingente, ora incredibilmente carismatico e affascinante. Peculiarità, la presente, dei più versatili fra gli interpreti, che fa dell’attore un vero e proprio fiore all’occhiello del panorama culturale austriaco contemporaneo.

paula-wessely-perche-mai-dovrei-piacerle-cinema-austriaco

PAULA WESSELY – “PERCHÉ MAI DOVREI PIACERLE?”

fred-zinnemann-you-first-cinema-austriaco

FRED ZINNEMANN – YOU FIRST

il-nuovo-cinema-austriaco-cinema-austriaco

IL NUOVO CINEMA AUSTRIACO